9 settembre – A Cervia si entra nel vivo di Sapore di sale COMMENTA  

9 settembre – A Cervia si entra nel vivo di Sapore di sale COMMENTA  

Continua all’insegna del gusto Sapore di Sale a Cervia

Sabato 8 settembre, il momento clou è la Rimessa del Sale

La cerimonia dell’armesa de sel attira sul Porto Canale di Cervia migliaia di appassionati e curiosi, pronti a festeggiare l’“oro bianco” in tutte le sue forme, per assistere al rito storico della rimessa del raccolto del sale negli antichi Magazzini. Inoltre le proposte enogastronomiche, il mercato dei sapori e la serata dedicata al Parmigiano: la dimostrazione Fuoco al mito e l’apertura del Grana d’oro.


Il sabato di Sapore di Sale trasforma il Porto Canale di Cervia in un “palcoscenico” dedicato al rito dell’“oro bianco”. Un’occasione per calarsi nell’atmosfera festosa e ricca di stimoli che conquista l’intera cittadina, tra incontri, degustazioni e mercatini dove assaggiare o acquistare tutti i prodotti tipici locali, regionali e molto altro ancora.


L’Armesa de sel, un momento magico
Ssbato pomeriggio sulla banchina del Piazzale dei Salinari alle ore 16,30 (con replica la domenica alle 15,30) si rievoca la tradizionale Rimessa del sale. Oggi come allora, i salinari del Gruppo Culturale Civiltà Salinara giungono nel tratto di canale antistante i magazzeni dove scaricano dall’antica imbarcazione a terra circa 100 quintali di sale servendosi degli antichi strumenti.

Questi salinari nel corso degli anni hanno saputo mantenere in vita la tradizione, rievocando il rito e rendendo la magia e l’identità del passato. Con l’antica tenuta da lavoro, trainano la burchiella (la caratteristica imbarcazione usate per il trasporto: chiatte in lamiera d’acciaio della lunghezza di 12 metri e larghezza 2, con portata di 80/100 quintali) utilizzando una corda (resta) come in passato lungo gli argini del canale, un salinaro cammina scalzo sulla riva, mentre l’altro sull’imbarcazione tiene la rotta fino ai Magazzini.

L'articolo prosegue subito dopo

Oggi il sale, anziché essere stoccato come un tempo, viene distribuito, a offerta libera, sia sabato che domenica pomeriggio, alle persone presenti e il ricavato devoluto in beneficenza.
La tradizione indica come questo omaggio sia considerato portatore di buona sorte. Ogni anno una numerosissima folla si raduna nei pressi del Magazzini del sale, del Piazzale dei Salinari e nel Borgomarina formando una lunga fila per prendere il sale e seguire l’evento.

Anche in passato la “Rimessa del sale” consisteva nel trasporto lungo il canale del raccolto di sale delle saline che però venica stivato nei magazzini in attesa della sua commercializzazione. Era un momento molto importante in quanto costituiva la fase conclusiva del lavoro dei salinari per quell’anno e forniva il bilancio di una stagione di duro lavoro. Era una giornata di grande festa perché i salinari ricevevano un premio in denaro proporzionato alla quantità e qualità del sale prodotto nella propria salina.
La lunga file di Burchielle attirava una gran folla che, dai paesi vicini, veniva a Cervia per ammirare lo spettacolo. Fra i personaggi illustri che hanno seguito l’avvenimento ricordiamo nel 1792 l’arciduca Ferdinando D’Asburgo e l’arciduchessa Maria Beatrice.

Gli eventi di Sapore di Sale

Ma all’ombra della torre di San Michele alla festa di Sapore di Sale anche per la giornata di sabato, a partire dalle 11.00 fino alle 23.00, è la proposta è particolarmente ricca di eventi all’insegna del gusto.
All’interno del Magazzino del Sale Torre alle 18.30 il convegno “Meno e meglio” sull’uso dei sali aromatici in cucina che propone anche assaggi di piatti con sale speziato a cura del Parco della Salina. Intervengono: Marco Malaguti, docente di nutrizione umana all’Università di Bologna, polo didattico di Rimini, Giuseppe Pomicetti, Presidente del Parco della Salina di Cervia s.r.l., Morello Pecchioli, giornalista enogastronomico. A seguire assaggi dei piatti con Sali alle Erbe Aromatiche fresche del Parco della Salina.
Le mostre da non perdere è in omaggio a Milano Marittima compie cent’anni (1912-2012), il sogno della “città giardino” dei milanesi in Romagna sulla “Costa Verde Adriatica”, una rassegna di immagini dalla nascita alla “grande trasformazione”, a cura di Renato Lombardi.
Un’altra esposizione riguarda L’arte in tavola e i gioielli da cucina (a cura di Titianus Design).
Il mercato dei prodotti d’eccellenza lavorati con il sale di Cervia: esposizione e vendita a scopo benefico per i terremotati dell’Emilia (a cura della Consulta del Volontariato di Cervia). In vendita anche i Prodotti delle Saline di Cervia e Trapani (Associazione Salviamo i Mulini che hanno portato a Cervia una tonnellata di meloni di Paceco. Il ricavato dalla vendita dei meloni sarà destinato alle zone dei terremotati dell’Emilia. Inoltre il Sale dal Mondo, i Laboratori del Circolo dei Pescatori La Pantofla, Sale la voglia di vino, la degustazione di vino e di prodotti gastronomici al Sale di Cervia dell’AIS – Associazione Italiana Sommeliers. Alla Sala Rubicone il laboratorio Sapore di Pasta Fresca: come si prepara la sfoglia e il suo compenso / Associazione Culturale Casa delle Aie (tutti i giorni dalle 17 alle 19; venerdì per i bambini)
Al Musa la mostra Identità di un territorio: terra acqua sale, saliere in ceramica di Faenza. Mentre alle 11 la passeggiata lungo il percorso Cervia sale prevede alle 11 l’evento per i più piccoli dal nome Jack Salino e il tesoro di Cervia.

La serata del sabato: protagonista il Parmigiano

Un appuntamento da non perdere per tutti i gourmand, è l’apertura della prima forma di Parmigiano Reggiano “Vacche Rosse Razza Reggiana” al sale di Cervia, alle 20,30 nei Magazzini del Sale Torre.
Dopo due anni dall’accordo che fu stretto tra l’Azienda Agricola Grana d’Oro e il Parco delle saline, è atteso come uno dei momenti clou di “Sapore di sale” l’apertura della prima forma che propone al palato dei presenti il felice connubio tra il pregiato latte “rosso” e il sale dolce di Cervia.

Alle 21,30 invece in Piazzale dei salinari torna l’esibizione Fuoco al mito, la cottura tradizionale di una forma di parmigiano, un evento inserito nel programma “Mare di sapori”

A tavola a Sapore di Sale

Per tutti i gourmand non sarà possibile scegliere tra la vastissima proposta gastronomica e i diversi punti di ristoro dove degustare specialità del territorio e prodotti tipici.
All’interno dei Magazzini del sale per il piacere del palato all’Osteria Sapore di Sale, gestita dal Ristorante Casa delle Aie, si può cenare avvolti dalla magia della splendida cornice degli stessi Magazzini struttura di archeologia industriale dove in passato si stoccava il sale, oggi votata ad ospitare iniziative artistiche e culturali.
Nella banchina di fronte ai Magazzini, lungo il Porto Canale, l’innovativa proposta di Mauro Uliassi, lo Streetfood Camper, la cultura del cibo di strada rivisitata dallo chef pluristellato. Il mix di modernità e gusto si traduce in un dehors su quattro ruote, il cui design raffinato accoglie il pubblico tra colori e alta teconologia, e il cibo di strada, un “food” da passeggio che si compone di ali di pollo fritte e trapizzino alla porchetta, piatti curati da Uliassi in persona, ovviamente al sale di Cervia, una cucina tradizionale ma rielaborata con la modernità e la seduzione che solo il celebre cuoco sa trasmettere nelle sue rivoluzionarie ricette.
Sembre nella banchina “Pesce&Pescecrudo & cotto” è la proposta del nuovo ristorante della banchina Saledolce, mentre “Le specialità di pesce al sale” è la ghiotta proposta del Ristorante Al Deserto, che cucina queste pietanze utilizzando un prodotto rivoluzionario, la novità dell’anno 2011, la “mattonella di sale”. “Cibo di strada: cono di fritto e risotto” è invece il menu dell’Osteria Gran Fritto di Milano Marittima.

Un circuito di sapori
Nella Banchina del Magazzino del Sale Torre si snodano le bancarelle di Sapore di Sale dove si possono trovare i prodotti del Parco della Salina, del Parco del Delta del Po, le proposte della coop. Atlantide e le eccellenze: dalla saraghina maturata nel sale di Cervia Adler, alla cioccolata al sale; e ancora il caviale, il raviggiolo, i salumi, le birre artigianali, il Pane e focaccia al rosmarino e al sale (Ascom Panificatori).
In Piazzale dei Salinari continua il Mercatino dei sapori (Copaf – Qualità e Sapore) con la musica dal vivo, la Cucina tradizionale di pesce come la grigliata e le cozze alla marinara del Circolo dei Pescatori La pantofla, la Cucina del Parco del Delta del Po di Auxilia-Onlus Mani e Cuore di Romagna, la Piadina dei salinari di CNA e Confartigianato Cervia con i chioschi dei piadinari (PiadinaDays).

Sul Porto canale nei nuovi bar e ristorantini che si affacciano sul Porto canale, circondati da una magica atmosfera, si possono degustare gli Aperitivi al sale di Cervia sui cuscini Sapore di sale mentre in piazza Garibaldi, Piazza Pisacane e Corso Mazzini il consueto mercato di Cervia Gustosa propone loverie e sapori regionali oltre ad attrazioni che animeranno le strade del centro (Consorzio Cervia Centro).

I ristoranti di Cervia aderiscono a “Sapore di sale” proponendo menu e piatti a tema. Nel Borgo marina un’edizione speciale di Vetrina di Romagna attende il pubblico mentre nel centro storico gli stand di Cervia Gustosa proporranno le ”lovarie” e i sapori regionali.

Sulla banchina dei Magazzini per gli appassionati alle 15 si effettuerà l’Annullo Postale per l’Armesa de Sel 2012.
In piazzale dei Salinari dalle 15 alle 22 il Sale va in diretta radio con Radio Studio Delta.

La salina

Alle 10 si può partecipare all’escursione “In Salina in barca con sosta all’antica salina Camillone” si percorre in barca elettrica il canale fino ai bacini salanti con sosta all’antica salina a conduzione artigianale, rimasta integra come ai tempi degli etruschi. Alle 16 la “In barca lungo la via dei nidi” è un itinerario naturalistico dedicato alla scoperta di flora e fauna della Salina di Cervia, muniti di binocolo per il birdwatching. Alle 17 di nuovo l’escursione in barca elettrica fino ai bacini salanti. Alle 19 Nel capanno della tradizione: un suggestivo percorso naturalistico e gastronomico in barca elettrica con sosta al vecchio capanno dei salinari dove si possono degustare i prodotti del territorio.

Le Terme di Cervia per questa occasione lanciano pacchetti completi di soggiorno e trattamenti specifici che utilizzano i prodotti al sale di Cervia, i fanghi delle saline e l’acqua della vasca madre.

L’evento, come già negli anni passati ha un proprio sito internet www.cerviasaporedisale.it
La manifestazione è inoltre inserita quest’anno nel circuito del cartellone del Wine Food Festival Emilia Romagna, per informazioni www.winefoodfestivalemiliaromagna.it e fa parte dell’iniziativa Piadina days www.piadinadays.it

Per informazioni turistiche: tel. 0544 993435 www.turismo.comunecervia.it
Per prenotazioni hotel: tel. 0544 72424 www.cerviaturismo.it

Ufficio Stampa Turismo Comune di Cervia:
Annalisa Canali tel. 0544 915262 canalia@comunecervia.it
In collaborazione con: Tatiana Tomasetta 338/9179905 ufficiostampa@tatianatomasetta.it

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*