A chi si applica la tobin tax? COMMENTA  

A chi si applica la tobin tax? COMMENTA  

Dal primo marzo 2013 è attiva nel nostro Paese la Tobin tax, l’imposta che prende il nome da James Tobin, l’economista americano che ha vinto il premio Nobel per l’elaborazione di una teoria sulle tassazioni delle operazioni di mercato per debellare la povertà nel mondo. La tobin tax è applicata a tutte le società quotate in Borsa con una capitalizzazione superiore ai 500 milioni di euro. L’imposta va a colpire i trasferimenti di titoli e strumenti partecipativi emessi dalle società con sede in Italia, e inciderà soltanto sulle operazioni che presentano un saldo positivo a fine giornata.

In Europa la tobin tax sarà introdotta solo in Francia, Germania, Italia, Belgio, Austria, Portogallo, Slovenia, Grecia, Estonia, Slovacchia. L’imposta non va a colpire i day trader e gli speculatori e non tocca le operazioni su Sicav, fondi, Etf, obbligazioni, valute (Forex), né tantomeno i trasferimenti di proprietà a titolo di donazione o successione a causa di morte. Tra le società italiane quotate in Borsa cui verrà applicata la Tobin tax vi è la Credem, l’Enel, De Longhi, Finmeccanica, Generali assicurazioni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*