A cosa servono riti propiziatori

Cultura

A cosa servono riti propiziatori

I riti propiziatori sono un’usanza che trova le sue origini nell’antichità.
Ma a cosa servono esattamente? Lo dice la parola stessa: si usano per propiziare o ingraziarsi qualcuno, qualcosa o – nel caso dei riti molto antichi – una divinità. E’ una sorta di cerimonia portafortuna, che nel tempo si è evoluta fino ad arrivare agli odierni gesti scaramantici.
riti_boscimani
I sacrifici di animali che compivano gli antichi in favore degli dei prima di una battaglia, o quando si riteneva di aver fatto un torto nei confronti della divinità stessa, la danza della pioggia di alcune tribù, fino ad arrivare al giocatore che indossa sempre la stessa maglietta prima di una partita o al semplice “fare le corna”, i riti propiziatori fanno ormai parte della nostra vita quotidiana.
Senza nemmeno renedercene conto abbiamo acquisito questa antica usanza tramandandola di generazione in generazione.
Se davvero faccia il loro dovere non si sa, certo è che spesso e volentieri attribuiamo al rito la buona riuscita di un qualcosa di importante e non riusciamo più ad abbandonarlo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche