A Cuneo dieci giorni di conferenze, seminari e visite con il progetto “Market zone”

Attualità

A Cuneo dieci giorni di conferenze, seminari e visite con il progetto “Market zone”

Dal 10 al 19 ottobre lo storico mercato di Cuneo sarà protagonista del primo workshop del progetto transfrontaliero “Market zone”, organizzato dall’associazione Art.ur, per rendere omaggio proprio a uno degli appuntamenti più significativi del capoluogo cuneese. Per dieci giorni quattordici artisti, tra designer, grafici e architetti, italiani e francesi, parteciperanno in città a un ricco programma di convegni, visite guidate e seminari che li porteranno a riflettere, insieme al pubblico, sulla natura del mercato anche in un’ottica di rivitalizzazione dello stesso. È prevista altresì la partecipazione di tutor d’eccezione. Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.market-zone.eu o telefonare al numero 339-6908997
Market Zone è un progetto che ruota attorno al mercato di piazza Seminario, piazza Galimberti e via Roma e nasce dall’intenzione di confrontare le diverse discipline coinvolte con il mercato, che delinea una forma connotata e molto precisa di organizzazione dello spazio urbano. Il progetto s’impegna a ripensare lo spazio pubblico attraverso una serie di attività.

“Attraverso le conferenze e i workshop con personalità locali competenti, saranno sviscerate le diverse tematiche inerenti al progetto – spiega Michela Giuggia, presidente dell’associazione Art.ur -: dall’indagine sulla tradizione mercatale locale e la sua connessione alla specificità agroalimentare del territorio cuneese, dalla riflessione ecologica e biologica legata ai prodotti territoriali venduti alla sostenibilità ambientale del mercato stesso rispetto ad altre forme di commercio. Sarà inoltre stimolata la conoscenza degli equilibri socio-culturali ed economici locali, all’interno dello spazio pubblico del mercato, oltre alla messa in questione del mercato come spazio di discussione su tematiche come lo sviluppo sostenibile, l’ecologia e la relazione con l’ambiente”.
Il progetto si aprirà giovedì 10 ottobre, alle 15,30, nel Salone d’Onore del Municipio di Cuneo e proseguirà nei dieci giorni successivi durante i quali si svolgeranno conferenze, incontri, passeggiate conoscitive e tre workshop tenuti da importanti tutor, uno per ognuna delle principali discipline coinvolte: le arti visive, il design e il graphic design.

Ad accompagnare i partecipanti a “Market Zone” nella loro ricerca sul mercato di Cuneo, il suo contesto e la sua attuale configurazione, saranno in particolare la piattaforma grafica Undesign, di Tommaso Del Mastro e Michele Bortolami (14 e 15 ottobre), il designer Paolo Ulian (15 e 16 ottobre) e gli artisti Andrea Caretto e Raffaella Spagna (17 e 18 ottobre), che da anni propongono una ricerca artistica sulla relazione tra arte e ambiente.
Martedì 15 ottobre Paolo Ulian terrà inoltre una conferenza aperta al pubblico per presentare la sua pluriennale ricerca nel campo del design, con cui da sempre porta avanti un discorso etico ed estetico sullo statuto dell’oggetto, sulla sua funzione e sul riuso di materiali di scarto. Tra le ulteriori occasioni d’incontro, é prevista, per domenica 13 ottobre, un’uscita alla borgata Paraloup, della Fondazione Nuto Revelli. A Paraloup converseranno Marco Revelli, e Marco Aime, celebre antropologo e scrittore, che introdurrà le sue numerose ricerche sui mercati in quanto luoghi di relazione e di incontro.

Il loro intervento sarà preceduto da un pranzo cucinato dello chef J.C. Quintero dell’Università del Gusto di Pollenzo, cucinato con i prodotti acquistati dallo stesso chef e dall’équipe di “Market zone” al mercato di piazza Seminario (è richiesta prenotazione +39 333 7225764). Ulteriori occasioni d’incontro e le passeggiate conoscitive previste nei 10 giorni del progetto, formeranno la base per un anno intero di ricerca e collaborazione interdisciplinare, alla fine del quale, i quattordici presenteranno i propri lavori in un’esposizione itinerante, che viaggerà tra Cuneo e Nizza, nell’autunno 2014. Artisti, designer, graphic designers e architetti, in contatto con le persone che nel mercato lavorano e che vi si recano puntualmente, sperimenteranno allora l’inserzione di opere, performance, azioni artistiche e progetti di identità visuale e di design. Gli interventi metteranno a valore i caratteri identitari e le peculiarità del mercato a sostegno di nuovi modi di percepire e vivere questo appuntamento.
“Market Zone” è cofinanziato dall’Unione Europea – Fondi Europei per lo sviluppo regionale, nel quadro del programma ALCOTRA Alpi latine cooperazione transfrontaliera Italia-Francia 2007-2013 e per parte francese dalla Regione Provence-Alpes-Côte d’Azur e dalla Città di Nizza.

I partner coinvolti per parte italiana sono: Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Città di Cuneo, FAI, GAI, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Camera di Commercio Cuneo, Confcommercio Cuneo, FIVA, Facoltà di Agraria DISAFA, IED di Torino, Politecnico di Torino, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Ordine degli Architetti della Provincia di Cuneo, Coldiretti, Associazione Slow Food, PAV-Parco d’Arte Vivente, Fondazione Nuto Revelli, Alliance Francaise, Arteco. Sponsor: Assotec e Baladin cafè.
IL PROGETTO “MARKET ZONE”

Alla base del progetto “Market zone” c’è l’incontro di due associazioni, la cuneese Art.ur e la francese DEL’ART che esprimono esigenze sinergiche legate al proprio territorio. Un’area, quella del Cuneese, caratterizzata, in ambito culturale, dalla difficoltà nel supporto ai giovani artisti e ricercatori del territorio a cui si contrappone il contesto di Nizza, che funge da anni da polo di attrazione per l’arte contemporanea e per la formazione di giovani artisti a livello nazionale e internazionale.

Entrambe le città possiedono una forte cultura legata al mercato: Cuneo con il suo storico mercato, in cui si trova espressa la natura stessa di un territorio che ha fatto del settore agroalimentare la propria vocazione, e Nizza con il mercato della Libération, da poco rifunzionalizzato, i cui nuovi equilibri socio-culturali ed economici influiranno in modo significativo sul mercato stesso, creando un nuovo contesto urbano su cui riflettere.
Con questi presupposti è nato il progetto “Market zone” che si ispira proprio al mercato, tema di forte interesse transfrontaliero, sia come forma di scambio commerciale che come legame culturale e sociale alle tradizioni dei territori. Il progetto permetterà di comprendere le differenze e i tratti comuni dei due mercati e di sottolineare i legami con le tradizioni locali e con gli equilibri socio-culturali e urbanistici delle due città. Il progetto intende fornire ai giovani artisti e ricercatori selezionati, una possibilità di mobilità e di scambio di esperienze.

I risultati potranno essere valide e innovative soluzioni per sottolineare l’importanza dei mercati, per allestire gli stessi e per innovarli attraverso i progetti dei creativi coinvolti. “Market zone” si sviluppa sui due anni, 2013 e 2014, e riunisce 14 partecipanti, selezionati tramite un apposito bando, attorno a poli di interesse specifici tra cui arte, design e graphic design.
Dopo i 10 giorni di workshop a Cuneo, a novembre i partecipanti saranno a Nizza per continuare, accompagnati da studiosi, artisti, grafici e designer, la loro ricerca sugli spazi del mercato, il loro contesto, la loro storia e la loro attuale configurazione. Ne seguirà un’esposizione itinerante che avrà luogo a Nizza nel settembre 2014 e in seguito a Cuneo nel mese di ottobre 2014. L’esposizione s’inserirà contestualmente nello spazio pubblico dei due mercati e in luoghi partner adiacenti e durerà 3 settimane in ognuna delle due città, accompagnata da eventi culturali paralleli.
Un resoconto del progetto sarà diffuso attraverso la pubblicazione di un catalogo bilingue.

LE TAPPE

2013
– Bando di selezione dei partecipanti al progetto (giugno)
– Conferenze e workshop a Cuneo (ottobre)
– Conferenze e workshop a Nizza (novembre)

2014
– Esposizione itinerante a Nizza (settembre)
– Esposizione itinerante a Cuneo (ottobre)
– Realizzazione pubblicazione bilingue italiano/francese (fine progetto)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche