A Fossano va in scena il 2° torneo di calcio a 5 in ricordo di Don Oreste Benzi COMMENTA  

A Fossano va in scena il 2° torneo di calcio a 5 in ricordo di Don Oreste Benzi COMMENTA  

Sabato 7 settembre, dalle 10,30, i campi di calcio a 5 e il campo di atletica del villaggio sportivo “Francesco Bongioanni” di Fossano ospiteranno il secondo torneo “Don Oreste Benzi” organizzato dall’associazione Condividere Papa Giovanni XXIII con l’intento di ricordare il compianto suo fondatore, proprio nel giorno del suo compleanno. La manifestazione si avvarrà del patrocinio del Comune di Fossano ed è stata possibile grazie al Centro Servizi del Volontariato “Società Solidale” di Cuneo. Al torneo partecipano giovani diversamente abili e non divisi in dieci squadre.

Gli incontri sportivi proseguiranno fino alle 17,30, in mezzo ci sarà la possibilità di prendere parte a un pranzo conviviale aperto anche alla ‘tifoseria’ (previa prenotazione al numero 348-2151852). A conclusione della giornata si svolgeranno dapprima le premiazioni alla presenza del sindaco di Fossano, Francesco Balocco, e del responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII, Giovanni Paolo Ramonda, e a seguire la Santa Messa alle 18.

“Dopo il successo riscosso con la prima edizione – dichiarano gli organizzatori dall’associazione Papa Giovanni XXIII – abbiamo pensato di riproporre nuovamente questo appuntamento che ha dimostrato di saper coniugare sport e solidarietà, trasformandosi in un autentico momento di festa privo di tutte quelle ‘barriere mentali’ che troppo spesso mettono ai margini chi è meno capace. Un ringraziamento particolare va all’Olimpia Tennis, al CSV Società Solidale, al Comune di Fossano e alla fondazione Cassa di Risparmio di Torino”.

Alla competizione sportiva prenderanno parte dieci formazioni: il Torino F.D. di Cervere, prima squadra con disabili patrocinata da un club professionistico che partecipa a vari tornei internazionali, la cooperativa sociale Il Ramo di Cuneo, la Capanna di Betlemme di Farigliano e di Tirana (Albania), strutture di accoglienza facenti parte dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Piede Libero del centro di salute mentale di Cuneo, l’associazione Vivere Sport di Chieri, l’associazione Sportabili di Alba, l’associazione Pandha di Torino, i “ciofani” dell’associazione Condividere e una squadra mista della parrocchia di Bene Vagienna e della comunità Papa Giovanni XXIII. Le squadre saranno miste con giovani dai 18 ai 35 anni che si sfideranno seguendo le regole del calcio a 5, ma sempre all’insegna dell’integrazione. È per questo motivo che i normodotati presenti in campo non potranno essere più di due su cinque e non potranno segnare.

L'articolo prosegue subito dopo

L’anno scorso era stato il Torino F.D. di Cervere ad aggiudicarsi la prima edizione del torneo di calcio a 5 “Don Oreste Benzi”, ma a vincere, già allora, era stato soprattutto il piacere di vivere una giornata all’insegna dello sport e dell’amicizia, in cui nessuno si era sentito escluso. “Siamo sicuri che sarà nuovamente così”, concludono gli organizzatori.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*