A Genova studende suicida per mancata laurea

Genova

A Genova studende suicida per mancata laurea

Suicidio per mancata laurea.
Cordoglio e smarrimento sono piombati oggi a Pegli dove un giovane studente si è gettato fuori dalla finestra dell’abitazione della nonna che lo ospitava in città.

Motivo del gesto sarebbe stato il mancato conseguimento della laurea, quando ormai il venticinquenne aveva detto alla famiglia che in giornata avrebbe discusso la sua tesi ma il giovane avrebbe raccontato alal famiglia una bugia perchè la suddetta discussione alla facolta’ dell’Ateneo genovese non era mai stata fissata perchè il giovane, in realtà, non aveva ancora terminato il percorso del suo piano di studi.

Affiorata la scomoda verità, sentitosi messo con le spalle al muro, e preso forse da paura e da un forte senso di vergogna, il venticinquenne non ha retto la situazione e ha deciso di gettarsi dal quarto piano.

Casi simili a questo, purtoppo, in passato si sono verificati in tutta Italia:
uno studente di Ascoli Piceno, fuori sede a Roma, si suicidò lanciandosi sui binari della metropolitana, ai suoi familiari aveva raccontato di una laurea ormai prossima, ma in realtà pochi erano gli esami effettivamente superati.

Una 23enne, iscritta alla facoltà di Scienze politiche, si impiccò a Siena, anche lei aveva detto ai genitori che quel giorno si sarebbe laureata, senza però aver sostentuo tutti gli esami.

Nella foto, Palazzo Balbi, fonte: balbifamily.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche