A Milano troppo smog: è “disastro colposo” COMMENTA  

A Milano troppo smog: è “disastro colposo” COMMENTA  

Lo scorso venerdì 27 gennaio si è svolto lo sciopero nazionale dei trasporti e a Milano e in ben 37 comuni dell’hinterland milanese, sono state sospese le ordinanze antismog.

Decisione che ha portato, a seguito di un esposto da parte di Codacons, all’apertura di un’inchiesta per disastro colposo, relativamente allo stato della qualità dell’aria di Milano e provincia.

Ma chi è ad essere sotto indagine? I pm non hanno ancora escluso il coinvolgimento del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, del presidente della Provincia Guido Podestà, e dell’ex sindaco Letizia Moratti.

I livelli di smog sono troppo alti, e secondo gli esperti questa situazione potrebbe aggravare il quadro già allarmante delle malattie respiratorie croniche, delle quali il 15% è causato proprio da inquinamento atmosferico.

Uno studio del CNR ha invece analizzato i dati relativi alla concentrazione di PM10 (polveri sottili disperse in atmosfera) dello scorso anno, ed è emerso uno stretto legame tra il tasso di mortalità e la concentrazione di polveri PM10 nell’aria.

In particolare è stato evidenziato un aumento di decessi nei giorni subito successivi alla registrazione di un picco di polveri sottili.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*