A Palermo i detenuti diventano contadini

Palermo

A Palermo i detenuti diventano contadini

L’iniziativa che ha coinvolto 40 detenuti del carcere Pagliarelli di Palermo, è stata realizzata da Confesercenti Palermo, Euro, Rem e Movimento del Cittadino ed è intitolata “L’Errore”. Obiettivo di questo progetto è di coinvolgere il detenuto in un attività strutturata all’interno del carcere, in questo caso quella agricola, al fine di una rieducazione alla legalità. Dovrebbe essere questo infatti lo scopo della detenzione, ridare nuovi significati e nuovi modelli alle persone che hanno commesso degli errori contro la comunità.

L’idea di riscatto e di restituzione è ancor più evidente, oggi al Mercato del contadino presso l’Istituto zootecnico per la Sicilia di via Roccazzo, dove gli stessi detenuti, offriranno i frutti del loro lavoro agricolo, in cambio di una libera offerta che verrà poi utilizzata per l’acquisto di nuove attrezzature necessarie per la continuazione di questo progetto.

La finalità di interventi come questo mirano non solo a reintegrare fattivamente gli uomini che hanno commesso delle colpe per cui sono stati incarcerati, ma anche la speranza nella società che il tempo necessario per scontare la pena, sia davvero cambiamento e non abbrutimento come purtroppo spesso sembra essere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche