A Palermo tornano i roghi dei rifiuti

Palermo

A Palermo tornano i roghi dei rifiuti

La raccolta dei rifiuti palermitana è ferma da venerdì notte per la protesta degli operatori dell’azienda comunale Amia, che non hanno ricevuto lo stipendio: siamo di fronte a circa 3.200 tonnellate di immondizia. La città è tornata quindi nel pieno della protesta rifiuti, e la scorsa notte sono tornati i roghi e gli incendi. Gli interventi dei vigili del fuoco sono stati circa una quindicina, per le strade si vedono tonnellate di scarti che bloccano anche i portoni e gli ingressi dei negozi.

Per questo motivo la Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo, che verifichi se ci sono ipotesi di reato: l’Amia è una società in liquidazione e non si trova nella situazione per poter pagare i salari dei suoi dipendenti; per questi motivi spera nel rinnovo del contratto con il Comune per la manutenzione delle caditoie.

Oggi è stato sbloccato dal Comune un mandato di pagamento da circa due milioni di euro, che riguarda il servizio di pulizia delle caditoie del secondo semestre 2011; in questo modo è stato possibile per Amia avviare l’erogazione di tutti gli stipendi di marzo, e quindi invita tutti i dipendenti a “riprendere immediatamente le rispettive attivita’ di servizio evitando alla cittadinanza ulteriori disagi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*