Abito attentato Papa Wojtyla esposto a Cracovia COMMENTA  

Abito attentato Papa Wojtyla esposto a Cracovia COMMENTA  

Cracovia – L’abito con il sangue di Wojtyla, colpito da due colpi di pistola sparati da Ali Agca 34 anni fa, è esposto in Polonia, presso il santuario di Cracovia, patria del pontefice.


Ancora non del tutto chiare le motivazioni dell’attentato avvenuto quel 13 Maggio alle ore 17.19 in una Piazza San Pietro gremita di gente che il Papa salutava con la mano a bordo della sua auto scoperta. Giovanni Paolo II incontrò successivamente il giovane, perdonandolo. Carlo Azeglio Ciampi, inoltre, allora Presidente della Repubblica, gli concesse la grazia.


“Dalle macchie di sangue si deduce che Giovanni Paolo II stava sanguinando molto. In ospedale ci furono dei momenti in cui i medici dubitarono di poterlo salvare”, ha riferito il Cardinale Stanislaw Dziwisz, Arcivescovo di Cracovia e all’epoca al finaco del Papa durante l’attentato.


Wojtyła il 27 aprile 2014 è stato proclamato santo da papa Francesco.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*