Abolito finanziamento ai partiti COMMENTA  

Abolito finanziamento ai partiti COMMENTA  

Assemblea Nazionale del PD
Via libera del Consiglio dei Ministri all’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Il governo ha recepito il testo della legge già approvata dalla Camera. “Promessa mantenuta, ora il potere è tutto dei cittadini”, ha commentato il premier Letta, spiegando che con il nuovo sistema, il 2 per mille, “l’inoptato resterà allo Stato”. Soddisfatti i ministri del Nuovo Centrodestra e il segretario del Pd Renzi, mentre Beppe Grillo twitta: “Basta con le chiacchere, Letta. Restituisci i 45 mln di euro di rimborsi elettorali del Pd”.

Il governo ha anche varato il piano “Destinazione Italia”: si tratta di un decreto e un disegno di legge contenenti tra l’altro misure per il contenimento delle tariffe energetiche e dell’Rc auto, la detrazione d’imposta del 19% sugli acquisti di libri, e altre norme a sostegno delle imprese, tra digitalizzazione, mini-bond e crediti d’imposta per la ricerca.


Nessuna differenza tra i figli nati dentro e fuori dal matrimonio. Come preannunciato lo scorso luglio dallo stesso Letta, il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto di revisione delle disposizioni in materia di filiazione.

che elimina qualsiasi differenza tra figli naturali e legittimi. Previsto anche il diritto dei nonni a  mantenere rapporti con i nipoti minori.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*