Abolizione Imu: “C’è cauta soddisfazione, aspettiamo di conoscere i particolari”

Attualità

Abolizione Imu: “C’è cauta soddisfazione, aspettiamo di conoscere i particolari”

langheDopo la presa di posizione di solo qualche giorno fa la Confagricoltura di Cuneo ritorna ad affrontare il tema della fiscalità a carico del settore alla luce degli ultimi sviluppi che hanno visto la cancellazione della seconda rata dell’IMU sui fabbricati rurali e sui terreni agricoli degli imprenditori agricoli professionali (Iap). “Seppur regni ancora incertezza sui particolari dell’esenzione, le indicazioni relative all’abolizione della seconda rata IMU per i fabbricati rurali e solo per alcune categorie di terreni è comunque una indicazione positiva perché sarebbe stata incomprensibile una scelta diversa”, dice il direttore Roberto Abellonio.


Secondo quanto riferito dal ministro Nunzia De Girolamo, la seconda rata Imu dovrà essere pagata invece sui terreni agricoli posseduti dai “non agricoltori”. Senza la tanto auspicata esenzione il settore avrebbe dovuto sostenere un aumento delle tasse pari a 64 milioni, sui fabbricati rurali, e 315 milioni di euro, sui terreni di proprietà degli imprenditori agricoli professionali. Riprendendo quanto ha dichiarato Agrinsieme all’indomani del varo del Decreto legge sull’Imu, la Confagricoltura provinciale sottolinea che “la fiscalità non può colpire beni strumentali indispensabili all’attività d’impresa: la peculiarità dell’agricoltura, con l’utilizzazione di terreni e fabbricati è oggettivamente diversa da qualsiasi altra attività produttiva”.

Per analizzare nel dettaglio tutte le recenti evoluzioni fiscali che interessano il settore e valutare le peculiarità delle aziende della provincia di Cuneo, giovedì 5 dicembre prossimo in Confagricoltura a Cuneo avrà luogo un incontro con Nicola Caputo, responsabile nazionale dell’Area Giuridico-Fiscale di Confagricoltura, e Roberto Caponi responsabile nazionale delle Politiche Sindacali di Confagricoltura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...