A breve, in Grecia, sarà più semplice fotografare e filmare i reperti

Storia

A breve, in Grecia, sarà più semplice fotografare e filmare i reperti

Buone novelle per gli archeologi che lavorano in Grecia e per chi segue le loro imprese: alcuni funzionari greci hanno annunciato un’imminente intervento riguardo al regolamento del KAS (Central Archaeological Council) in materia di fotografie e riprese.

La procedura di rilascio dei permessi sarà infatti semplificata, e non si dovrà più attendere per mesi.

Di certo questo aiuterà i poveri archeologi ed epigrafisti, che scavano e analizzano i reperti nei pressi del Ceramico, sempre alle prese con problemi di catalogazione e pubblicazione delle fotografie degli ostràka. Questi cocci, sui quali veniva scritto il nome del personaggio di spicco che si voleva esiliare, si aggiungono al grandissimo numero di frammenti di Fasti, di epigrafi e di monete, ritrovati sottoterra, o dimenticati nei sotterranei dei musei.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche