Abu Omar: condannati gli agenti Sismi, risarcimento di un milione per l’imam

Cronaca

Abu Omar: condannati gli agenti Sismi, risarcimento di un milione per l’imam

«Sono sconcertato: è stata condannata una persona che tutti in Italia sanno essere innocente». Sono state queste le parole a caldo dell’ex numero del Sismi, Nicolò Pollari, dopo la condanna da parte della Corte d’Appello di Milano a 10 anni di reclusione per il sequestro dell’ex imam di Milano, Abu Omar, avvenuto il 17 febbraio del 2003.

«Io non solo sono estraneo a queste cose, ma le ho impedite. Quindi non solo sono innocente, ma sono di più e il segreto di Stato prova la mia innocenza, non la mia colpevolezza.Lo stesso governo ha messo per iscritto che queste attività sono istituzionali e quindi sono lecite». È lo sfogo riportato da Ansa.

«La cosa che davvero mi sconcerta molto è che in questo processo, segreto di Stato a parte, non sono mai stato messo in condizione di difendermi: non mi è stato consentito neanche di sentire un testimone. Perché? È una domanda alla quale non so rispondere e che dovreste fare ad altri».

Insieme a Pollari sono stati condannati l’ex numero due del Sismi, Marco Mancini, 9 anni e tre agenti segreti italiani, Raffaele Di Troia, Luciano Gregorio e Giuseppe Corra, a 6 anni.

La Corte d’Appello, inoltre, ha disposto un risarcimento a titolo di provvisionale di un milione di euro a favore di Abu Omar e di 500 mila euro per la moglie dell’Imam.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...