Abusi Siracusa, parroco arrestato per pedofilia COMMENTA  

Abusi Siracusa, parroco arrestato per pedofilia COMMENTA  

abusi siracusa

Abusi Siracusa, caso di pedofilia da parte di un parroco della diocesi di Catania su quindicenne. L’uomo è agli arresti domiciliari.

Siracusa, parroco accusato di abusi sessuali su un ragazzo minorenne. Il prete della diocesi di Catania, che viveva e officiava nella provincia della città siciliana, è adesso agli arresti domiciliari. L’uomo avrebbe attirato il ragazzino nella propria abitazione. Non contento di averlo abusato psicologicamente, è arrivato a puntargli un coltello nella schiena per costringerlo a ubbidire alle sue richieste. Il coltello è stato successivamente identificato dalla descrizione del giovane.


Abusi Siracusa, l’inchiesta

La vicenda dell’arresto del prete è la fine di una lunga indagine avviata da una denuncia della madre del ragazzo, a cui aveva partecipato una psicologa per aiutarlo a rivelare il trauma agli inquirenti.

La polizia ha avviato una serie di indagini che si sono avvalse di intercettazioni, sequestri e pedinamenti. Le forze dell’ordine hanno scoperto un uomo di venticinque anni, che a quanto pare ha avuto precedenti rapporti sessuali con il parroco, e che avrebbe aiutato il prete ad abusare del ragazzo.

Il prete è stato sospeso dalle sue funzioni e il Gip gli ha imposto l’obbligo di dimora nella stessa abitazione in cui ha compiuto il fatto.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*