Accordo fiscale Italia Svizzera COMMENTA  

Accordo fiscale Italia Svizzera COMMENTA  

1

La Svizzera è una delle nazioni che si trovano a confine con l’Italia, per questi motivi molti italiani lavorano nella nazione elvetica e vengono chiamati “frontalieri”. Negli ultimi tempi si è discusso molto sulla disciplina fiscale da applicare a queste persone, le quali lavorando in Svizzera pagano poi le tasse in quel paese, pur vivendo in Italia. Altro problema scottante è quello degli imprenditori che sfruttano le banche svizzere a scopi di estorsione.


Ecco dunque che recentemente, il nostro paese ha firmato un accordo con la Svizzera per delineare i principi cardine dei temi fiscali e finanziari. L’accordo vero e proprio verrà stipulato nel mese di Marzo, ma l’obiettivo principale da subito è quello di far si che la Svizzera non sia più considerato un paradiso fiscale. Per i frontalieri è previsto un nuovo sistema di tassazione che sarà parzialmente gestita dall’Italia, in cambio della dipartita dei ristorni da parte della Svizzera ai comuni italiani. Questo sistema, in particolare, potrebbe creare molti problemi ai comuni di frontiera, che potrebbero ritrovarsi a dover anticipare delle somme di cui materialmente non dispongono. Le province interessate da questa disciplina sono quelle di:  Como, Varese e Canton Ticino. L’accordo non ha mancato di sollevare già diverse polemiche fra i sindaci di queste città, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni però, ha assicurato che non ci saranno maggiorazioni negli importi delle tasse.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*