Accordo tra Dubai e Airbnb per promuovere il turismo e l’ospitalità “in regola” COMMENTA  

Accordo tra Dubai e Airbnb per promuovere il turismo e l’ospitalità “in regola” COMMENTA  

Articolo sponsorizzato da:
Guest Hero è la società leader nella gestione degli appartamenti in affitto breve. Ci occupiamo di tutto, dal check in ad ampliare la visibilità del tuo appartamento online! Siamo degli eroi per i tuoi ospiti. Conosciamoci: www.guesthero.com

E’ stato siglato un “Memorandum of Understanding” tra Dubai Tourism e Airbnb per supportare l’ospitalità responsabile, promuovere e diversificare l’offerta turistica della zona.

Negli ultimi anni gli host registrati nell’Emirato sono diventati ben 3500, più del doppio di un anno fa.

L’accordo arriva poche settimane dopo l’introduzione di un regolamento a favore dei proprietari di casa che intendono affittare le proprie case ad ospiti temporanei per l’ottenimento della licenza di “casa di vacanza”, indispensabile per operare in regola.

Esso prevede che:

  • Dubai Tourim e Airbbn contribuiscano alla crescita e alla diversificazione dell’offerta di Dubai con la promozione di forme innovative di turismo
  • Airbnb accresca la percezione positiva della propria community diffondendo dati anonimi sull’esperienza degli ospiti
  • Airbnb si impegni a promuovere l’affitt di case vacanza creando una “Hosting Page” sulla propria piattaforma
  • Airbnb invii regolarmente dei reminder ai propri ospiti per ricordare loro gli accordi dell’affitto responsabile.

Il direttore generale di Dubai Tourism, Helal Saeed Almarri, ha dichiarato: “In accordo con le tendenze globali e un mercato sempre più digitale anche per i fornitori di servizi turistici, siamo soddisfatti dell’intesa siglata con Airbnb, pioniere del settore, che ha il fine di promuovere diverse modalità di alloggio in maniera sicura e controllata.

Questo non solo ci permette di essere più competitivi come destinazione turistica, ma anche di adattarci come governo alla domanda del mercato e innovarci per rafforzare la nostra offerta.

Assicurare la migliore esperienza ai visitatori è il cuore di ogni iniziativa intrapresa da Dubai Tourism e questo è un esempio di come le partnership dei settori pubblico e privato favoriscano il compimento degli obiettivi della destinazione”.

L'articolo prosegue subito dopo

Oliver Gremillon, AD di Airbnb in EMEA, ha aggiunto: “Airbnb è una bella novità per Dubai. Aiuterà la crescita e la diversificazione del turismo, allargando la scelta a disposizione dei consumatori e attrarrà nuovi ospiti verso questa entusiasmante destinazione. La partnership con Dubai Tourism combina il dinamismo della città con l’appassionata cortesia di coloro che aprono le proprie case ai visitatori, per una gratificante esperienza di viaggio. Questo è solo il primo passo della nostra collaborazione: guardiamo al futuro e alle opportunità che potrà offrire ai viaggiatori.”

A proposito di Airbnb, recentemente è nata Guesthero, società specializzata nella gestione completa degli affitti brevi (creazione e gestione annuncio su Airbnb ed altre piattaforme, check-in, check-out, pulizie e manutenzione).

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*