Accordo tra Inps e Entrate per contrastare l’evasione

Economia

Accordo tra Inps e Entrate per contrastare l’evasione

Il fenomeno delle evsioni fiscali in Italia è in costante aumento.
Così, per contrastare la “banda” dei furbi, l’Agenzia delle Entrate e l’Inps hanno deciso di unirsi per combattere insieme gli evasori.
Il risultato di questa unione è stata la firma, lo scorso 12 dicembre, di una convenzione che, in sostanza, consentirà ad i due enti di sfruttare meglio i dati di cui sono in possesso.
Ma cosa significa?
In pratica è stato dato il via ad un piano di controllo comune che implicherà lo scambio reciproco di informazioni, così da velocizzare ed ottimizzare le procedure di controllo e conseguentemente rafforzare il recupero erariale.
Il documento, che avrà una durata di 3 anni con possibilità di rinnovo, consta di 12 articoli che disciplinano in maniera accurata gli adempimenti, le modalità e la tempestica degli scambi informativi, l’attività di controllo comune, il coordinamento per il recupero dei crediti, nonchè l’istituzione di un comitato tecnico che avrà il compito di verificare la correta esecuzione dei compiti ed il raggiungimento degli obiettivi fissati.

Così dall’Agenzia delle Entrate giungeranno all’Inps le utilissime informazioni, soprattutto sui possessori di partita Iva, riguardanti l’aggiornamento delle partite e le adesioni perfezionate agli accertamenti definiti in acquiescenza, che prevedono il recupero dei contributi
L’Inps ricambierà il favore fornendo alle Entrate i dati riguardanti la posizione previdenziale di artigiani, commercianti e liberi professionisti iscritti alla gestione separata, nonchè quelli relativi ai collaboratori domestici.

In più verranno messe a disposizione anche le informazioni raccolte nel corso di attività ispettive, che potranno costituire la “base” per l’avvio di altri controlli.
Insomma un bel “tandem” quello creato dai due enti:evasori di tutt’Italia siete quindi avvertiti!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche