Accordo Trump-Democratici su tutele Dreamers: non saranno espulsi

Esteri

Accordo Trump-Democratici su tutele Dreamers: non saranno espulsi

Trump

E' stato trovato un accordo tra Donald Trump e i leader del partito democratico per quanto riguarda il delicato tema delle tutele sui Dreamers.

E’ stato trovato un accordo tra Donald Trump e i leader del partito democratico per quanto riguarda il delicato tema delle tutele sui Dreamers.

Trump-Democratici, trovato un accordo sui Dreamers

Nel corso di una cena che si è svolta ieri tra Donald Trump e i leader del partito democratico è stato trovato un accordo sul delicato tema dei Dreamers.

In particolare, in questo patto i Democratici hanno ceduto su un pacchetto di misure che di fatto rafforza la sicurezza sui confini in cambio di una legge da fare in tempi brevi in cui si tuteli la precaria situazione dei Dreamers. Ovvero i figli di immigrati clandestini che sono arrivati negli Stati Uniti da bambini e che dopo il provvedimento preso dallo stesso Trump una settimana fa erano a rischio espulsione.

A partecipare a questa cena e a trattare con il Presidente degli Usa sono stati la leader della minoranza alla Camera Nancy Pelosi e quello del Senato Chuck Schumer.

Una trattativa che ha portato a dei risultati positivi, almeno secondo quanto riferito dalla Casa Bianca, che ha dichiarato che si è trattato di “una cena che conferma l’impegno del Presidente a soluzioni bipartisan”.

La stessa opinione l’hanno avuta anche i Democratici, che in una nota congiunta hanno espresso la loro soddisfazione per aver trovato un accordo che “permetterà di conservare con una nuova legge le tutele del Deca”, ovvero il programma voluto da Barack Obama che proteggeva quei ragazzi non in regola ma che potevano studiare e lavorare lo stesso.

Gli altri argomenti della cena: riforma sanitaria e quella sulle tasse

Nel corso di questa cena che si è svolta tra Trump e i leader democratici non si è parlato solamente della tutela sui Dreamers, ma anche di altri argomenti. In primo luogo si è discusso sulle strategie da usare per riuscire ad uscire dal problema della riforma sanitaria e su come procedere per quanto riguarda la riforma sulle tasse.

Da quanto scritto su un tweet dalla portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, si può dedurre che non tutto è andato propriamente liscio: “Sull’esclusione del muro dal pacchetto sicurezza non c’è stato accordo”, ha cinguettato.

A questo post ha risposto il portavoce di Schumer, Matt House: “Il presidente ha chiarito che continuerà a spingere per la costruzione del muro.

Ma questo non fa parte dell’intesa di oggi”.

In effetti, l’accordo c’è. Ma il patto che è stato siglato nella cena di ieri non potrà dirsi del tutto definitivo fino a quando non sarà approvato anche dai Repubblicani. E non tutti sono disposti ad accettare queste nuove manovre bipartisan effettuate dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche