Acido urico: alimenti da evitare

Salute

Acido urico: alimenti da evitare

acido urico

Ci sono molti alimenti da non mangiare per evitare la formazione dell'acido urico nell'organismo. Scopri quali.

L’acido urico è ciò che deriva dalla gradazione delle purine (adenina e guanina), basi azotate che costituiscono il DNA del nucleo delle cellule animali e vegetali. In altre parole, l’acido urico è un prodotto di scarto che viene dalla scissione degli acidi nucleici che si trovano nelle cellule del nostro organismo e in parte anche dalla digestione di cibi ricchi di purina, come pesce o interiora degli animali.

Acido urico

Se l’acido urico viene prodotto in eccesso oppure i reni non sono in grado di eliminarlo in maniera adeguata, si accumula nell’organismo e crea non pochi problemi. Si parla in questo caso di iperuricemia e la sua diagnosi dipende da diverse cause.

Già in generale, il medico richiede l’esame dell’acido urico se ritiene che un eventuale dolore alle articolazioni o altri sintomi possano essere dovuti alla gotta oppure anche e soprattutto su pazienti sottoposti ad alcuni trattamenti chemioterapici o radioterapici.

In genere, le cause di una iperuricemia sono:

  • una dieta ricca di alimenti di origine animale
  • gotta
  • patologie a carico dei reni, come insufficienza renale, calcoli e rene policistico
  • chemioterapia e radioterapia
  • obesità
  • sindrome metabolica
  • malattie a carico delle ossa
  • cancro metastatico
  • mieloma multiplo e leucemia
  • alcolismo
  • deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (un difetto enzimatico di origine ereditaria che riguarda i globuli rossi che sono più sensibili ai danni causati dall’ossidazione)

Alimenti da evitare

Molti alimenti,quasi tutte le carni, crostacei e molluschi, contengono delle proteine chiamate purine che convertono l’acido urico nel corpo.

Una dieta ricca di purine può causare una condizione nota come iperuricemia, che è un eccesso di acido urico nel sangue. La gotta, una grave forma di artrite, è causata da iperuricemia. Persone che hanno subito un attacco di gotta dovrebbero limitare la quantità di alimenti ricchi di purine.

Birra e vino contengono anche lievito. Se avete sviluppato l’iperuricemia, è doppiamente importante evitare questi perché l’alcol rallenta l’eliminazione di acido urico nel corpo.

  • Carni. La maggior parte delle carni in commercio hanno alte concentrazioni di purine. Limitare le porzioni di carne di maiale, pollo, oca, montone, agnello, vitello e estratti di carne si trovano in sughi e brodi, se avete una storia di iperuricemia e gotta.
  • Frutti di mare. Frutti di mare con elevate quantità di purine sono aringhe e uova di aringa, cozze, sgombri, sardine, alici, salmone, trote, eglefino, capesante, anguille, granchi, aragoste e ostriche.
  • Organi. Organi di animali anche trasportano grandi quantità di purine.

    Cuori, animelle, cervello, fegato, reni, lingua e trippa possono aumentare i livelli di acido urico se consumati in eccesso.

  • Selvaggina. Cacciatori con una storia di iperuricemia e gotta dovrebbero limitare l’assunzione di gallo cedrone, la pernice, fagiano, capriolo e anatra.
  • Verdure. Alcune verdure, cereali e funghi possono aumentare i livelli di acido urico nel corpo. Le purine si trovano in fagioli, lenticchie, piselli, asparagi, cavolfiore, funghi, farina d’avena, germe di grano e crusca di grano.

2 Commenti su Acido urico: alimenti da evitare

  1. L’argomento è sicuramente assai serio e da prendere in considerazione, ma come chiede il Sig. Veltri, sarebbe utile una dieta “guida” per evitare una iperuricemia, ma visti gli alimenti da evitare, sarà addirittura difficile poter mangiare qualcosa. Ripeto, una dieta o una guida sarebbe assai utile.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

ACNE SUL VISO.
Salute

Come curare la pelle del viso: consigli da sapere

20 settembre 2017 di Maura Lugano

La pelle del viso soffre spesso di problemi di arrossamento oppure di acne, fenomeni che creano degli inestetismi poco gradevoli ma che, tuttavia, possono essere eliminati abbastanza facilmente, soprattutto se ci si mette nelle mani del prodotto giusto, come Derminax.