Acufene dell’orecchio: cause, sintomi e terapia COMMENTA  

Acufene dell’orecchio: cause, sintomi e terapia COMMENTA  

Acufene dell'orecchio: cause, sintomi e terapia

L’acufene dell’orecchio è un disturbo dell’udito che prevede il manifestarsi di un suono, fruscio o fischio continuo. Vediamo cause, sintomi e terapia.

L’acufene dell’orecchio è una condizione debilitante e fastidiosa che porta nell’individuo che ne soffre a sentire come un ronzio costante all’interno dell’orecchio. Non si tratta di un fenomeno raro, in quanto si stima che soffra di questo disturbo circa il 10-15% della popolazione. Questo disturbo è soltanto in apparenza banale, dal momento che può comportare un vero e proprio stato invalidante, a seconda della gravità. Ovviamente la gravità del disturbo è soggettivo e dipende dal livello di sopportazione del soggetto. Può colpire indistintamente tutte le fasce d’età anche se è raro che si verifichi nei bambini.

Cause

Le cause precise dell’acufene non sono state ancora ben definite. Si suppone, tuttavia, che possa derivare da un danno delle cellule ciliate cocleari, ovvero di quelle cellule presenti in quella parte dell’orecchio interno chiamata coclea. Oppure può derivare da un danno permanente al nervo acustico. Molti studi stanno andando nella direzione di una possibile origine cerebrale di questo disturbo.

Leggi anche: Tra auricolari, musica e locali gli adolescenti rischiano di perdere l’udito


I rumori molto forti e continui potrebbero quindi danneggiare il sistema uditivo. Eventi come ad esempio concerti, corse automobilistiche, gare sportive, o occasioni in cui il livello di inquinamento acustico sia particolarmente elevato, possono concorrere all’insorgenza dell’acufene. La presenza di cerume nel condotto uditivo, l’assunzione di sostanze dannose per l’orecchio e sinusiti sono tra le altre possibili cause dell’acufene.

Leggi anche: Artrosi Cervicale e Sindrome di Meniere


Sintomi

Il sintomo caratterizzante dell’acufene è proprio il classico ronzio che il soggetto percepisce. Tale ronzio è soltanto apparente e può provenire, in alcuni casi, dall’interno del proprio corpo, come nel caso di pulsazioni dovute alla pressione sanguigna. In tutti gli altri casi si parla di acufene soggettivo, per cui, non esiste un effettivo rumore prodotto dal corpo. Può essere intermittente oppure continuo e costante. Chi soffre di acufene dell’orecchio afferma di udire come dei fischi, dei ronzii, fruscii, soffi, pulsazioni e tintinnii.


Terapia

Sono ad oggi presenti diverse terapie per la cura dell’acufene. Molte sono state considerate inefficaci e sono tutt’ora prive di riscontri positivi. Senza una adeguata terapia è molto probabile che l’acufene persista per molto tempo dalla sua comparsa. Può persistere anche per anni e addirittura cronicizzarsi. Perciò è bene rivolgersi immediatamente ad un medico non appena si hanno i primi sintomi riconducibili all’acufene.

L'articolo prosegue subito dopo


Non esiste una terapia immediata, ma si può comunque trovare sollievo dal fastidio a seconda delle cause che lo generano. Nel caso di presenza di cerume nel condotto uditivo, basterà rimuoverlo per far passare l’acufene. Se invece i problemi sono di altra natura, si può ricorrere alla terapia TRT. Questa è acronimo di Tinnitus Retraining Therapy, ovvero, terapia di riabilitazione dall’acufene e consiste nell’arricchire sonoramente l’ambiente in modo che il cervello sia distratto dall’ascolto dell’acufene. In molti individui che hanno sperimentato questa terapia ha avuto riscontri positivi.

Cambiare stile di vita prediligendo un’alimentazione sana a basso consumo di caffeina, alcolici, cibi grassi e salati, diminuendo il consumo di nicotina e praticando dell’esercizio fisico moderato è senza dubbio di aiuto.

Leggi anche

apple macbook
Guide

Come cambiare ip del mac

Se vuoi cambiare ip del tuo mac, ecco la semplice procedura che dovrai seguire per farlo in modo veloce e soprattutto in tutta sicurezza.   L’IP address è un numero univoco formato da quattro campi e da tre numeri ciascuno dei quali identifica il vostro dispositivo, in questo caso Mac, su una rete.  Questa rete può essere pubblica come internet o privata, in tal caso si tratta di rete LAN (Local Area Network). Dunque l’IP address assolve due funzioni: in primis identificare un dispositivo su una rete e poi fornire un percorso per raggiungerlo. Gli indirizzi IP pubblici sono consegnati dall’ Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*