Addio a Chris Squire, basso degli Yes

Musica

Addio a Chris Squire, basso degli Yes

Se n’è andato Chris Squire, lo storico bassista degli Yes, una delle band progressive che, in quasi mezzo secolo di attività, più ha influenzato lo sviluppo e la storia del rock.

Circa un anno fa aveva dovuto rinunciare all’attività live a causa di una rara forma di leucemia. Ieri si è spento, a 67 anni, a Phoenix, Arizona, la città che più di tutte lui, londinese di nascita, chiamava casa.

Un gigante, ecco come lo ricorda chi lo ha visto dal vivo, un enorme vichingo con in mano un basso elettrico dal quale riusciva a cavare linee melodiche impensabili, costruite attorno a scelte sorprendenti nell’uso di scale e modi tanto quanto attorno a una tecnica stratosferica.

Tanto per capire chi sia Chris Squire, c’è qualcosa di molto facile che chi non conosce lui o conosce gli Yes in modo superficiale può fare: ascoltare Roundabout, da un album del 1972 intitolato Fragile. Ecco, quello che sentite dopo circa 45 secondi dall’inizio del pezzo, a suonare quel giro di basso che si muove sulla canzone come se fosse un felino, ecco, quello è Chris Squire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...