Addio alle ciminiere dei Pink Floyd?

Esteri

Addio alle ciminiere dei Pink Floyd?

La Battersea Power Station ritratta nella copertina di "Animals" dei Pink Floyd

Il mese prossimo sarà riaperta l’asta per la vendita della Battersea Power Station, la grande centrale termoelettrica sulle rive del Tamigi in disuso dal 1980. L’impianto deve la sua celebrità per essere stato la copertina del celebre “Animals”, album dei Pink Floyd risalente al 1977.

Nel corso degli anni si sono succeduti numerosi tentativi di riutilizzare l’edificio, ma nessuno di questi è poi effettivamente riuscito. Stavolta però uno studio pubblicato dall’agenzia immobiliare Harris ha proposto un altro metodo per utilizzare al meglio l’ex centrale: raderla al suolo. La demolizione permetterebbe la costruzione di un palazzo comprendente 1200 appartamenti di lusso, situato in una zona chiave della città, con un valore commerciale di quasi mezzo miliardo di sterline (circa 600 milioni di euro).

Battersea, che è l’edificio in mattoni più grande d’Europa, è stato dichiarato “monumento nazionale” dall’English Eritage e l’architetto che lo disegnò, Giles Gilbert Scott, è lo stesso che disegnò le caratteristiche cabine telefoniche rosse: non detto quindi che la demolizione venga portata a termine.

Oltreché che per la copertina di “Animals”, l’immagine della Battersea Power Station è famosa per essere presente nella brochure dei testi dell’album “Quadrophenia” degli Who, nel film “Orwell 1984” di Michael Radford, ne “I figli degli uomini” di Alfonso Cuaron.

La Battersea Power Station ritratta nella copertina di "Animals" dei Pink Floyd

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...