Addio definitivo alla pellicola della Kodak COMMENTA  

Addio definitivo alla pellicola della Kodak COMMENTA  

Rullino Kodakchrome

Avere a che fare con nuovi strumenti tecnologici è certamente un momento esaltante per tutti, anche se finiamo sempre per pensare con un po’ di nostalgia ad apparecchi che utilizzavamo negli anni passati e che ormai sono finiti nel cassetto. Tra questi c’è certamente il rullino della Kodachrome, che ha costituito una pietra miliare nella fotografia, e che domani verrà prodotto per l’ultima volta .

Si tratta di uno strumento che ha cominciato a essere prodotto addirittura nel 1935 e che è stato utilizzato per decenni anche dai fotografi più importanti perchè aveva il vantaggio di poter usufruire di colori nitidi e brillanti ed è stato proprio grazie a questo tipo di pellicola che è stato possibile dire addio alle stampe fotografiche in bianco e nero che sono state abbandonate in maniera definitiva. Sarà in un laboratorio situato nel Kansas che l’ultimo rullino Kodak verrà realizzato proprio perchè qui si utilizzava ancora una macchina fotografia k-14 (la maggior parte di noi utilizzano ormai da tempo le fotocamere digitali) ed è proprio per questo motivo nelle ultime settimane sono stati in molti a voler approfittare dell’apparecchio per far sviluppare alcuni vecchi rullini che venivano conservati nelle proprie abitazioni.

Leggi anche: Meetic chat: come funzionano

Anche la Kodak non produceva più però ormai da più di un anno questi rullini e si è scelto di terminarne la produzione proprio per la mancanza di richieste, anche se un po’ di rimpianto nella giornata di domani ci sarà un po’ per tutti e proprio per questo si è scelto d dire addio a una vera e propria epoca scattando una fotografia che ritrarra tutti i dipendenti del laboratorio fotografico.

Leggi anche: Windows Store non scarica app: cosa fare

Immagine tratta dal sito www.tomshw.it

Leggi anche

Windows Store.
Tecnologia

Windows Store non scarica app: cosa fare

Download bloccati per motivi imperscrutabili: cosa fare quando il mai particolarmente munifico Windows Store non scarica le app? Ecco alcuni suggerimenti. Nella maggior parte dei casi, gli utenti di sistemi operativi come Windows o Android, ma anche di i normali possessori di un PC, per i loro acquisti telematici di software "utile", preferiscono andare a colpo sicuro su prodotti certificati e dalla verificata e verificabile reputazione. Ecco perché le principali fonti di aggiornamento di app e software rimangono i negozi online "ufficialmente riconosciuti", come Google Play o Windows Store. Per quanto riguarda quest'ultimo, tuttavia, c'è da registrare un bug alquanto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*