Adesso l’Inter cerca Cuadrado COMMENTA  

Adesso l’Inter cerca Cuadrado COMMENTA  

L'Inter è interessata a Cuadrado?
L'Inter è interessata a Cuadrado?

Si parla nelle ultime ore di una Inter colombiana per la prossima stagione. All’arrivo di Fredy Guarin, giunto dal Porto nella finestra di mercato di gennaio, si potrebbe aggiungere la prossima estate quelli di Cuadrado, esterno offensivo che sta facendo ottime cose con la maglia del Lecce, e di Ibarbo, attaccante del Cagliari che ha già avuto modo di farsi apprezzare e di spingere alcuni osservatori a paragonarlo a quel Suazo  di cui i tifosi nerazzurri non serbano grandissimi ricordi, ma che a Cagliari aveva fatto grandissime cose.

Naturalmente, se son rose fioriranno e magari i due in questione potrebbero essere rinforzi indovinati in una ottica di rinnovamento ormai improcrastinabile, visto lo stato di totale decomposizione di una rosa arrivata ben oltre la frutta.

Quello che interessa è però il discorso riguardante Cuadrado, giocatore che era stato espressamente richiesto da Claudio Ranieri per gennaio e che invece è rimasto al Lecce, ove sta dando una valida mano ai giallorossi per ritirarsi su in classifica.

Mentre invece, la dirigenza nerazzurra ha voluto indirizzare i propri sforzi su quel Guarin, arrivato soprappeso e ancora mai apparso sul terreno di gioco e su Palombo, il quale sinora è letteralmente naufragato nel marasma tecnico e tattico di una squadra che non riesce più a raccapezzarsi.

L'articolo prosegue subito dopo

Perché insistiamo su questo punto? Perché, sarebbe ora che anche la dirigenza si assumesse le proprie responsabilità sul momento no, addossate sinora a tecnico e giocatori. Magari, se Moratti avesse deciso di ascoltare Ranieri e di acquistare Cuadrado, senza retropensieri sull’accoglienza che la piazza avrebbe fatto ad un nome non di primo piano, dopo aver trattato Tevez, oggi l’Inter sarebbe messa molto meglio e magari non dovrebbe pensare a superare la concorrenza dei tanti club che hanno posato uno sguardo attento sul giovane colombiano del Lecce. Speriamo almeno che la lezione possa servire per il futuro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*