Overdose dei genitori, la figlia li filma: Il video shock COMMENTA  

Overdose dei genitori, la figlia li filma: Il video shock COMMENTA  

Tornare a casa e trovare la madre e il padre in overdose da eroina. Situazione non nuova per un’adolescente che si ritrova a convivere con la dipendenza di entrambi i suoi genitori. Al ritorno a casa la ragazza si trova di fronte ad una scena che farebbe rabbrividire in molti: la droga ha reso i genitori, in stato di overdose, completamente inermi. Sembrano vani i tentativi di svegliarli da parte della figlia che tenta l’impossibile. La ragazza non è sola, un amico è al suo fianco e, insieme, cercano di risolvere una situazione fuori dalla portata di due giovani inesperti. La ragazza non sembra però esser del tutto nuova a questa situazione: la scena si è infatti svolta già diverse volte davanti ai suoi occhi, nonostante questo i metodi che utilizza sembrano esser piuttosto goffi, segno sicuramente della giovane età. La ragazza, probabilmente mossa anche dalla rabbia per una situazione che non dovrebbe riguardare nessuno, specialmente dei giovani, filma la scena con il suo smartphone: adesso il video è virale. Ci si augura possa esserle di aiuto e di monito per situazioni simili.


Un video-denuncia che fa arrabbiare quello di una giovane ragazza che tenta di svegliare i propri genitori dall’effetto della droga. L’adolescente, in compagnia di un amico che la supportava, ha ripreso con il suo smartphone le condizioni pessime dei suoi genitori, che si trovavano in piena overdose da eroina. Il video è on line. Semplice da trovare su internet e ormai conosciuto sulla rete: si tratta di soli due minuti che risultano strazianti per qualsiasi spettatore, che vedono una ragazzina nel disperato tentativo di far riprendere sua madre e suo padre da quella terribile condizione.


I suoi metodi però non sono dei più efficaci e non riscuotono alcun successo. Puntargli il flash del telefono dritto negli occhi, strattonarli con forza, o urlargli a pieni polmoni non ha aiutato la ragazzina a far riprendere coscienza a quei due eroinomani.


Una spaventosa quotidianità

Dal filmino inoltre sembra chiaro che l’adolescente si sia trovata in quelle stesse condizioni migliaia di volte. Che sua madre e suo padre fatti di eroina non fossero affatto una sorpresa, quella situazione le provoca addirittura una risata. La risata di una ragazza così giovane di fronte ad una situazione così tragica è scioccante. Terribile per chiunque si trovi ad osservare questo piccolo spaccato di vita quotidiana. Proprio questo terrorizza: la quotidianità.

L'articolo prosegue subito dopo


In questo caso la rete e le nuove tecnologie potrebbero aiutare la ragazza e molti altri giovani che vivono situazioni simili. Sapere che altri stanno vivendo il loro stesso dramma potrebbe infatti spingere numerosi adolescenti a denunciare, magari in modo più convenzionale, la vita che sono costretti a subire. A questi giovani viene infatti interdetto di vivere, di avere un’infanzia e un’adolescenza tranquilla. I ragazzi vengono immediatamente catapultati in un mondo adulto distorto e confuso dalle leggi della droga. Il loro disorientamento è perfettamente percepibile: come denunciare i propri genitori? L’istinto di aiutarli tende a superare tutti gli altri. Quando si arriva allo stremo, si riprendono con lo smartphone una scena di delirii, e e si carica in rete.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*