“Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista” a Milano COMMENTA  

“Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista” a Milano COMMENTA  

A Milano fino al prossimo 14 febbraio, si  svolge presso la GAM Galleria d’Arte Moderna, la mostra dedicata ad  “Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista”. L’artista è considerato da numerosi studiosi di storia dell’arte un’ artista di grande levatura ma non sempre le sue opere rimangono conosciute presso il grande pubblico. La sua arte è influenzata da complessi simbolismi e da una definizione in stile quasi gotica  delle sue forme. La mostra è stata realizzata grazie  alla straordinaria collaborazione dei Musées d’Orsay et de l’Orangerie di Parigi. In mostra è possibile ammirare opere come: la Vestale di Antonio Canova,  opere di Fausto Melotti, Lucio Fontana e Arrigo Minerbi. Inoltre sarà possibile ammirare  le sue cinquantacinque opere in gesso, marmo, bronzo, accompagnate da una serie di disegni originali.

Fonte Foto: arte.it

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*