Adottare un cane in un canile COMMENTA  

Adottare un cane in un canile COMMENTA  

La Humane Society of the United States stima che circa 6-8 milioni di cani e gatti finiscono in un canile e solo la metà di questi viene adottata. Circa il 30% dei cani randagi vengono reclamati dai padroni ma ci sono ancora milioni di cani soppressi ogni anno perché non hanno una casa. Adottarne uno da un canile significa salvare una vita.


Considerazioni
I canili o rifugi prendono in custodia gli animali randagie gli cercano casa. Secondo la Humane Society, circa 3-4 milioni di cani e gatti vengono uccisi negli Stati Uniti ogni anno perché non hanno trovato casa. L’ASPCA sostiene che gli animali venduti nei negozi provengono da allevamenti di massa conosciuti fabbriche di cuccioli. Questi allevamenti non controllano la salute dei loro cani e questi spesso soffrono di epilessia, problemi respiratori, di cuore e sordità. Acquistare un cucciolo in un negozio sovvenziona questi allevamenti.


Benefici
Secondo la Humane Society i cani presi al canile sono più economici e godono di migliore salute rispetto a quelli acquistati. Questo significa che il padrone risparmia soldi fin dall’inizio e continuerà a farlo in quanto non avrà inaspettati e costose visite dal veterinario. Un’altro nota positiva è il fatto che si salverà la vita ad un cane che altrimenti verrebbe soppresso.


Pregiudizi
Sempre la Humane Society avvisache molti negozi per animali imbrogliano i loro clienti facendogli credere che il cucciolo arriva da un allevatore affidabile. Qualcuno ci crede ma per esserne certi bisognerebbe fare visita ai genitori del cucciolo e all’allevamento dove sono nati.

L'articolo prosegue subito dopo


Avvertimenti
Secondo Kathy Diamond Davis addestratrice di animali i canili controllano il temperamento e il carattere deigli animali prima di metterli in adozione, i metodi non sono infallibili e non sempre si può conoscere la storia del cane randagio. Un cane che è stato maltrattato può diventare pauroso o aggressivo se messo all’angolo o minacciato.

Il consiglio dell’esperto
Secondo l’ASPCA i cani che sono da più tempo in canile rappresentano la scelta migliore. I cani più vecchi sono più docili di quelli giovani, affettuosi, più facili da addestrare e meno propensi a masticare tutto e si adattano meglio alla nuova casa. L’ASPCA conferma inoltre che questi sono quelli che vengono scelti per ultimi e i primi ad essere abbattuti quindi adottate un cane anziano per salvargli la vita.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*