AEREO CIVILE ABBATTUTO DA UN MISSILE IN UCRAINA: 295 MORTI COMMENTA  

AEREO CIVILE ABBATTUTO DA UN MISSILE IN UCRAINA: 295 MORTI COMMENTA  

Un aereo passeggeri della Malaysia Airlines  è stato raggiunto da un missile e si è schiantato al confine fra Russia e Ucraina. A bordo c’erano 295 persone: 280 passeggeri e 15 membri dell’equipaggio.

Non ci sono sopravvissuti. Sarebbero già stati rintracciati un centinaio di corpi, anche a 15 chilometri di distanza dalla zona in cui è precipitato l’aereo.

Scambio di accuse reciproche tra Russia e Ucraina. Il presidente ucraino Poroshenko ha subito precisato che i suoi militari non sono coinvolti, che “l’aereo è stato abbattuto” da “un atto terroristico” e ha subito avviato “un’inchiesta”, richiesta con forza anche dal premier malese, Najib Razak.

L’aereo è stato abbattuto da un missile Buk terra-aria dei separatisti filorussi in Ucraina. I separatisti avrebbero colpito per errore l’aereo, il vero obiettivo in realtà era un aereo da trasporto Ucraino che gli era stato segnalato dalle forze di difesa anti aerea russe.

L'articolo prosegue subito dopo

Non lontano, infatti, era in volo un Iliushin 76, con viveri per soldati di Kiev. Ma il capo dei ribelli nell’est dell’Ucraina, Alexander Borodai, ha rivolto la stessa accusa ai jet di Kiev. La Farnesina ha escluso per il momento la presenza di italiani a bordo. I RESTI

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*