Aereo Flybe in avaria: atterraggio d'emergenza a Belfast

Aereo Flybe in avaria: atterraggio d’emergenza a Belfast

Esteri

Aereo Flybe in avaria: atterraggio d’emergenza a Belfast

Aereo Flybe
Aereo Flybe in avaria: atterraggio d'emergenza a Belfast

Aereo Flibe costretto all'atterraggio di emergenza a Belfast: l'aereo era partito dallo stesso aeroporto due ore prima: un guasto al carrello ha costretto il pilota all'atterraggio

Aereo Flybe è costretto all’atterraggio di emergenza, senza l’utilizzo del carrello. L’aereo, un biturboelica Bombardier Q400, ha subito un’avaria in volo. Panico tra i passeggeri presenti, ma fortunatamente tutto si è risolto per il meglio. Il biturboelica Flybe è stata costretto ad un’atterraggio di emergenza, senza carrello, all’aeroporto di Belfast. A bordo vi erano 52 passeggeri, accompagnati da quattro membri dell’equipaggio. Non sono ancora stati resi noti i motivi dell’avaria al motore: sarà probabilmente l’analisi della scatola nera a fornire dettagli più precisi su quanto accaduto. La Flybe è una compagnia low cost, molto attiva nel Regno Unito.

Aereo Flybe, l’atterraggio

Un aereo Flybe è stato costretto all’atterraggio di emergenza nell’aeroporto di Belfast. Si tratta di un biturboelica Bombardier Q400 che era partito da Belfast ed era diretto in Scozia. Il viaggio dell’aereo è stato però breve: il veivolo, infatti, è stato costretto ad un atterraggio di emergenza nello stesso aeroporto di partenza, il Belfast City Airport.

L’atterraggio è stato eseguito senza il carrello. Paura e panico tra i 52 passeggeri trasportati dal veivolo, ma tutto si è concluso per i meglio.

A bordo dell’aereo vi erano 52 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio. Tra i presenti ci sono stati attimi di paura, ma la professionalità dell’equipaggio e la tempestività della manovra di emergenza ha permesso che tutto andasse per il meglio. Il biturboelica Bombardier Q400 era decollato alle 12.05 dal Belfast City Airport ed è atterrato in emergenza sulla stessa pista. Sarebbe stato diretto, avaria a parte, all’aaeroporto di Inverness in Scozia.

I problemi tecnici

La compagnia aerea Flybe non ha ancora rilasciato dichiarazioni specifiche sull’accaduto. Sull’accaduto stanno indagando le forze dell’ordine, che presenteranno le loro ipotesi. L’ultima parola, in ogni caso, sarà quella della scatola nera che stabilisce la vera causa dell’avaria al motore e che può aiutare gli inquirenti nella ricostruzione dell’avaria.

Per i passeggeri ci sono stati alcuni momenti di panico, dovuti all’atterraggio di emergenza. Tutto si è risolto per il meglio, anche se l’atterraggio è stato effettuato senza carrello e l’impatto con l’asfalto non è piacevole.

L’analisi della scatola nera stabilirà definitivamente quali sono i problemi tecnici che hanno causato l’avaria dell’aereo Flybe e stabiliranno eventuali responsabilità di tipo umano. Dopo il decollo, il percorso di equipaggio si è accorto subito che qualcosa non andava. Avvertita la centrale, l’aereo è stato costretto a volare sul mare dell’Irlanda per consumare il carburante. Solo a quel punto, infatti. è stato invitato a rientrare in aeroporto, con un atterraggio d’emergenza senza l’utilizzo del carrello. Nessuno dei passeggeri è rimasto ferito, ma tra gli oltre cinquanta passeggeri ci sono stati momenti di panico e alcuni di loro sono sotto shock. L’atterraggio di emergenza è stato effettuato alle 14.30, quasi due ore dopo la partenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche