I cinque aeroporti più pericolosi al mondo : la classifica
Gli aeroporti più pericolosi al mondo: la classifica
Viaggi

Gli aeroporti più pericolosi al mondo: la classifica

pericolosi

Se amate viaggiare e conoscere nuovi paesi, vi incuriosirà conoscere la classifica dei cinque aeroporti più pericolosi del mondo.  Piste a picco sul mare, o in mezzo alla montagne... il brivido è garantito!

Viaggiare e visitare luoghi e paesi del mondo è una gioia per milioni di viaggiatori. Se non avete paura di volare e amate un pizzico di brivido, ecco la lista dei cinque aeroporti più pericolosi del nostro pianeta.

5° posto : Aeroporto di Paro (Buthan)

Aeroporto di paro, Buthan

Il Buthan non è sicuramente al primo posto dei paesi più visitati, e quindi il suo aeroporto è piccolo e ridotto ai minimi termini per l’esiguo traffico di viaggiatori. L’aeroporto infatti è costituito da un’unica pista, usata sia per il decollo che per l’atterraggio, incastonata in una valle circondata dalle montagne innevate dell’Himalaya. La pista è stretta e corta, e l’atterraggio è talmente pericoloso che soltanto dieci piloti al mondo hanno avuto l’autorizzazione a usare questo scalo.

4° posto : Aeroporto di Saint Marteen (Antille Olandesi)

Aeroporto di St. Marteen

E’ forse l’aeroporto più famoso del mondo per l’incredibile vicinanza della pista di atterraggio alla spiaggia locale, dove centinaia di persone vanno ogni giorno a godersi lo spettacolo, facendo foto e filmati di questa curiosa esperienza.

La pista è infatti a pochi metri dalla spiaggia, e durante l’atterraggio passa sulle teste dei bagnanti quasi sfiorandoli, talmente vicino da fare veramente paura!

3° posto : Aeroporto Juancho E. Yrausquin di Saba (Antille Olandesi)

Aeroporto di Juancho E. Yrausquin

Altro atterraggio da paura si svolge nelle Antille Olandesi, nel piccolo aeroporto di Saba, la più piccola tra le isolette delle Antille. La pista di atterraggio, infatti, si trova a strapiombo di una scogliera, e come se non bastasse è anche la più corta del mondo, con una lunghezza di soli 400 metri… un minimo errore del pilota risulterebbe fatale!

2° posto : Ice Runway (Antartide)

Icer Runway Airport

Questo aeroporto, come suggerisce il nome, è costruito su una banchina di ghiaccio che viene ricreata ogni anno, poichè durante l’estate (che in Antartide comincia a partire da Dicembre) , il ghiaccio si rompe ed è necessario aspettare l’inverno per ricostruirla. La pista è estremamente pericolosa anche perchè le condizioni meteo in questa zona sono imprevedibili, e spesso si formano tempeste di neve che rendono oltremodo difficile l’ atterraggio.

L’aeroporto è internazionale, ma viene usato soprattutto da aerei statunitensi che usano questo scalo per il Programma Antartico degli USA (United States Antarctic Program, USAP), e quindi non è certamente un aeroporto molto trafficato. Anche in questo difficile scalo, i piloti autorizzati alle operazioni di atterraggio sono pochissimi.

1° posto : Aeroporto Tenzing-Hillary di Luka (Nepal)

Aeroporto di Tenzing Hilary

Al primo posto degli aeroporti più pericolosi del mondo troviamo quello della città di Luka in Nepal, sulla catena montuosa dell’Himalaya. Nonostante il luogo quasi inaccessibile, questo scalo è molto usato soprattutto dagli amanti dell’alpinismo estremo, poichè Luka è uno dei punti di accesso più idonei per potere raggiungere le vette più alte e impegnative per gli scalatori della catena montuosa più alta del mondo.

Questo aeroporto risulta essere molto pericoloso perchè si trova a ben 2800 metri di altitudine, ed è vicinissimo alle montagne, per cui un minimo errore del pilota porterebbe ad un disastro. Se si considera inoltre che la pista di atterraggio è lunga solamente 573 metri ed è vicinissima al centro abitato, è chiaro il motivo per cui questo aeroporto viene considerato, sia dagli addetti che dai viaggiatori, il più pericoloso del mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Guida a sinistra
Viaggi

Come si guida a Londra

di Notizie

Nel Regno Unito e nei paesi del Commonwelth si guida a sinistra. Ecco le origini della guida a sinistra e alcuni consigli per guidare “contromano”.