Affittare casa: una guida per proprietari e inquilini - Notizie.it

Affittare casa: una guida per proprietari e inquilini

Guide

Affittare casa: una guida per proprietari e inquilini

http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/07/consigli-per-affitti-brevi.jpg
http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/07/consigli-per-affitti-brevi.jpg

Un contratto di locazione implica il rapporto tra due parti, il proprietario e l’inquilino, che devono tutelare i propri interessi e salvaguardarsi da brutte sorprese, ma nello stesso tempo onorare i propri doveri.

Consigli per i proprietari

Il proprietario deve scegliere il proprio inquilino con attenzione perchè, se da un lato c’è il timore di mettersi in casa qualcuno che non paghi, dall’altro il peso delle imposte su un immobile sfitto è piuttosto gravoso, per cui non è assolutamente conveniente tenere un appartamento vuoto.

A questo scopo, quindi, è lecito informarsi della stabilità lavorativa dell’aspirante conduttore, garantirsi una certa sicurezza del pagamento chiedendogli copia della sua ultima busta paga o della dichiarazione dei redditi.

Un altro accorgimento è quello di richiedere una fideiussione “a prima richiesta” bancaria: in caso di insolvenza dell’inquilino, il proprietario potrà rivolgersi alla banca per riscuotere i canoni arretrati. In alternativa è possibile stipulare un’assicurazione d’affitto, in grado di coprire non solo il pagamento fino a 12 mensilità arretrate, ma anche eventuali danni e persino le spese legali.

In ogni caso, poi, il proprietario deve evitare assolutamente che l’inquilino prenda possesso dell’immobile senza aver versato la prima mensilità e la caparra.

Per tutelarsi da eventuali danni cagionati dall’affittuario, bisogna ricordarsi di mettere tutto per iscritto.

Non solo il contratto, ma anche un inventario sullo stato dell’immobile.

Consigli per gli inquilini

Anche l’inquilino però deve stare attento a curare i propri interessi.

Durante la visita all’immobile bisogna verificare il funzionamento degli impianti e dei rubinetti, tapparelle, ed altri meccanismi. Verificare la corrispondenza tra i metri quadri dichiarati e quelli reali, oltre che la corrispondenza tra la categoria catastale e la destinazione d’uso dell’immobile.

Una volta trovato l’immobile, non bisogna assolutamente versare alcun canone prima di aver firmato il contratto. Al momento della stipula, bisogna sempre farsi rilasciare ricevuta della cauzione versata, altrimenti si rischia di non riceverla indietro al momento del rilascio dell’immobile.

Al momento di lasciare la casa, è bene scrivere un verbale di rilascio, in cui siano descritte le condizioni dell’immobile. Una volta firmato dal proprietario, non potrà più essere contestato.

Negli ultimi tempi stanno inoltre emergendo realtà specializzate nella gestione integrale degli immobili in affitto breve: Guesthero è una di queste.

Il portale offre ai proprietari tutti i servizi necessari per usufruire di questa grande opportunità di guadagno demandando la gestione dell’immobile a degli specialisti nel settore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*