Affrettatevi curiosi: Il Paese delle Meraviglie sta per nascondersi di nuovo!

Si concluderà il 12 maggio 2012 la mostra “Wonderland“, curata da Sandra Benvenuti, in cui sono esposte le opere della famosa artista Maggie Taylor.

Ultimi giorni quindi per immergersi in questo meraviglioso mondo fatto di colori, disegni, sogni e tanto appassionato lavoro. La Taylor esprime infatti tutto questo attraverso un’opera di collezione di antiche foto e manipolazione delle figure attraverso l’emblema della tecnologia nel campo dell’immagine: Photoshop.

Leggi anche: I film migliori di Tim Burton

Il risultato sono rappresentazioni pittoriche cariche di emozioni e, al contempo, leggere, trasognanti, passate. Illustrazioni degne dei più classici libri per bambini, sulla base della favola nebulosa per eccellenza: Alice’s Adventures in Wonderland (1865, Lewis Carroll) e molto altro.


L’ingresso è libero, perché non cogliere l’occasione di trovarsi catapultati in una dimensione ovattata al di fuori di tutto quello che è la nostra quotidianità?

Se ne volete anche solo un assaggio, visitate il meraviglioso sito dell’autrice: www.maggietaylor.com

Affrettatevi, mancano solo pochi giorni!

DOVE E QUANDO

In occasione del PHOTOFESTIVAL 2012, presso lo  SPAZIO REM di Via Pola 6, Milano

Tel./fax 02603628

info@spaziorem.it

www.spaziorem.it

Orari: martedì – sabato, 15.00-19.00

lunedì – domenica e la mattina su appuntamento

M.G.

Leggi anche

53643-miotica_cartolina_1_
Cultura

A Roma la mostra“Miotica”

Dal 25 settembre fino al prossimo 30 ottobre a Roma presso  Canova22, si svolge la mostra dal titolo:  “Miotica”. Si tratta di una mostra personale dedicata all'artista  Marco Puca, curata da Rezarta Zaloshnja. In mostra, possiamo ammirare in particolare l'ultimo lavoro dell’artista. La sua opera mette in evidenza   una particolare  visione del mondo. L'artista   adottando il suo estro  creativo mette in scena una serie di “acquarelli panoramici” caratterizzati dall'assenza di punti di riferimento nella visione indistinta tra immagini e oggetti e dall'assenza di un'identità geografica ben precisa.  Attraverso questo lavoro, l'artista ci fa capire il suo pensiero sul mondo. Inoltre, [...]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*