Afghanistan, donna uccisa per aver partorito una bambina - Notizie.it

Afghanistan, donna uccisa per aver partorito una bambina

Esteri

Afghanistan, donna uccisa per aver partorito una bambina

Non c’è pace per le donne nell’Afghanistan “liberato dai Talebani”. La polizia del Nord dell’Afghanistan ha reso noto che una donna è stata strangolata per aver partorito, tre mesi fa, la terza bambina. I colpevoli sono il marito e la suocera. La vittima, Storay, aveva 30 anni.

Un’indagine delle Nazioni Unite del 2010 ha rivelato che quasi 1/3 delle donne afghane sono esposte a diversi tipi di violenza fisica e psicologica e il 25% di esse subisce abusi sessuali.

Non solo: i crimini contro le donne sono in crescita nel Paese dell’Asia Centrale, secondo gruppi locali dei diritti umani e questo solo negli ultimi mesi. Ricordiamo il recente caso che ha fatto il giro del mondo di Sahar Gul, 15enne torturata e segregata dal marito e dalla famiglia di lui per avere rifiutato di prostituirsi.

Tornando però al caso iniziale, non sono solo le donne afghane a rischiare di essere uccise per aver partorito una bambina.

In Pakistan, a Sud di Islamabad, una ragazza di 24 anni è stata bruciata viva dal marito per lo stesso motivo i giorni scorsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche