AGGRESSIONE AD UN ADDETTO GTT: LE DICHIARAZIONI DELL’ASSESSORE LUBATTI E DEL SINDACO

Torino

AGGRESSIONE AD UN ADDETTO GTT: LE DICHIARAZIONI DELL’ASSESSORE LUBATTI E DEL SINDACO

L’altra sera, poco dopo le 19.30, un addetto al controllo di GTT è stato aggredito da un passeggero su un tram della linea 4 che percorreva corso Unione Sovietica diretto verso il capolinea di Strada del Drosso.

L’addetto è intervenuto una prima volta nei confronti di un passeggero salito a bordo biglietto e visibilmente alterato, e resosi conto della situazione ha operato con calma e professionalità cercando di evitare atteggiamenti che portassero allo scontro, ma il comportamento fastidioso verso gli altri passeggeri lo ha costretto a richiamare nuovamente l’uomo.

Questi ha reagito improvvisamente con violenza, ha estratto un coltello e dopo averlo ferito al collo ha colpito al volto l’agente di controllo che, nonostante la ferita, ha immobilizzato l’aggressore ed ha avvertito il manovratore. Poco dopo sono intervenuti i Carabinieri. Al funzionario GTT sono stati applicati 6 punti di sutura, ed ha ecchimosi per il colpo al volto: ricoverato al CTO è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

“Il potenziamento del controllo a bordo dei mezzi pubblici”, ha dichiarato l’Assessore Claudio Lubatti, “è stato da sempre una priorità voluta dall’Amministrazione per aumentare la qualità percepita del servizio ed abbattere il numero degli evasori.

Le condizioni di sicurezza degli operatori però devono essere garantite e studieremo ogni modalità per permettere ai dipendenti di GTT di operare in sicurezza ed al riparo da soggetti imprevedibili ed incapaci di rispettare il lavoro altrui ed il bene comune.”

“Si tratta di un episodio molto grave”, ha aggiunto il Sindaco Fassino, “e mi auguro vengano accertate le responsabilità in tempi brevissimi: potenzieremo il controllo sui mezzi pubblici per garantire la sicurezza degli operatori, a cui va la mia solidarietà. All’operatore aggredito, che intendo visitare appena rientrerò da Firenze, va l’augurio di una pronta guarigione ed i complimenti per la sua determinazione”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...