Agguato Adinolfi: fermati due torinesi

Cronaca

Agguato Adinolfi: fermati due torinesi

20120914-095746.jpg

A quattro mesi di distanza dall’agguato all’amministratore delegato di Ansaldo Energia Roberto Roberto Adinolfi, rivendicato dalla Federazione Anarchica Informale, sono stati fermati due sospettati. Era il 7 maggio scorso quando Adinolfi venne gambizzato a Genova, a pochi passi da casa sua. I fermati sono Nicola Gay, 44 anni e Alfredo Costito, 46 anni, entrambi residenti a Torino. Da quanto si apprende i due stavano per lasciare l’Italia. Le forze dell’ordine stanno perquisendo le abitazioni dei due sospettati e alcuni centri sociali tra Piemonte, Liguria e Toscana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*