Agitazioni e proteste al Policlinico Umberto I

Roma

Agitazioni e proteste al Policlinico Umberto I

In seguito al caso della donna lasciata in barella 4 giorni in coma e in seguito alla sospensione del direttore del Dea e del coordinatore dell’area medica, ora i medici e i chirurgi del reparto di emergenza dell’ospedale minacciano uno sciopero della fame a partire da Lunedì. I “camici bianchi” si sono dichiarati stanchi di subire le conseguenze di un’organizzazione sbagliata che non dipende da loro e chiedono il reintegro dei due colleghi definendosi tutti ugualmente colpevoli dell’accaduto.

I dipendenti del Policlinico interessati dalla protesta saranno una decina, limite imposto per non interrompere il servizio pubblico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche