Agrigento, arrestato marocchino con l’accusa di strage e lesioni

Cronaca

Agrigento, arrestato marocchino con l’accusa di strage e lesioni

Un marocchino di 57 anni, Mohamed Mekkauoi, è stato arrestato ad Agrigento dalla Polizia di Stato con l’accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, minacce, strage e lesioni.

L’arresto dell’uomo è stato tutt’altro che agevole da parte delle forze dell’ordine, per le resistenze opposte dal Mekkauoi, che si sarebbe barricato in casa, minacciando di farsi esplodere con una bombola a gas.

Provvidenziale l’intervento dei vigili del fuoco che sarebbero riusciti a penetrare all’interno dell’abitazione, per riuscire ad acciuffare il riottoso marocchino, che intanto si era nascosto al piano superiore.

Il fatto sarebbe avvenuto ad Agrigento, in Via Ravanusella, dopo una segnalazione dei residenti infastiditi dai rumori molesti provenienti dall’abitazione in conseguenza di una furiosa lite.

L’arresto è risultato provvidenziale anche per il marocchino, poichè poche ore dopo l’arresto, l’abitazione ha preso fuoco e si è totalmente incenerita, gettando nel panico i residenti, già provati dall’arresto movimentato del marocchino di alcune ore prima.

Leggi anche

Loading...