Air China estende il self check in per tre nuovi aeroporti COMMENTA  

Air China estende il self check in per tre nuovi aeroporti COMMENTA  

Air China
Air China

La compagnia Air China ha recentemente introdotto il self check in per tre nuovi importanti aeroporti al di fuori della Cina. Il sistema di semplice utilizzo e conforme allo standard IATA, permette di stamparsi autonomamente la carte d’imbarco, di evitare le code agli imbarchi degli aeroporti e scegliersi il posto a sedere preferito. Il sistema è in cinque lingue e da Pechino consente il trasferimento diretto ad altre città cinesi. Gli aeroporti internazionali presso cui Air China ha introdotto il self check in sono il Vancouver International Airport, l’Osaka Kansai International Airport e il Nagoya International Airport. Complessivamente quindi, fino ad oggi sono otto gli aeroporti internazionali nel mondo per i quali Air China ha reso operativo il self check in, compresi Tokyo Narita, Tokyo Haneda, Hong Kong, Francoforte e Stoccolma Arland.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*