Airbnb acquisisce 1 miliardo in prestito

Attualità

Airbnb acquisisce 1 miliardo in prestito

Articolo sponsorizzato da:
Guest Hero è la società leader nella gestione degli appartamenti in affitto breve. Ci occupiamo di tutto, dal check in ad ampliare la visibilità del tuo appartamento online! Siamo degli eroi per i tuoi ospiti. Conosciamoci: www.guesthero.com

Nell’operazione a cui hanno partecipato JP Morgan, Citigroup, Bank of America e Morgan Stanley, Airbnb ha ottenuto una linea di credito da un miliardo di dollari per alimentare l’ingrandimento della propria piattaforma per la condivisione di appartamenti tra privati. Nel quadro dell’espansione globale la start-up sta radunando nuovi fondi e l’ultima valutazione equivale a 25,5 miliardi di dollari, mentre in otto anni ha accumulato più di 2 milioni di annunci di alloggi in 191 Paesi.

Airbnb prevede di toccare i 3 miliardi di dollari di ebitda entro il 2020, stando a quanto dichiarato lo scorso anno dai manager ai potenziali sostenitori. Al momento, l’azienda ha stimato una perdita operativa di circa 150 milioni di dollari nel 2015.

Un numero sempre maggiore di start-up si rivolge al debito per raccogliere grandi quantità di denaro senza dover pesare sugli azionisti esistenti o esprimere una nuova valutazione.

Per seguire il loro collocamento, le imprese ingaggiano spesso le banche che si impegnano molto a livello di credito, motivo per cui queste sono disposte a offrire condizioni migliori sui prestiti per favorire l’avviamento delle start-up più promettenti a un passo dall’Ipo.

La società di San Francisco ha ricevuto 2,3 miliardi di dollari mediante il finanziamento azionario tratto da una serie di investitori, tra cui Sequoia Capital, Andreessen & Horowitz, Tiger Global Management e Tpg Growth. Tra gli sponsor si contano almeno quattro società di fondi comuni e, in base a Startup Stock Tracker del Wsj, tutti valutano diversamente le azioni di Airbnb in un intervallo compreso tra 73,41 dollari e 120,68 dollari per azione.

Nonostante l’azienda non abbia discusso alcun progetto per un’offerta pubblica, l’assunzione dello scorso anno dell’ex direttore finanziario di Blackstone Group, Laurence Tosi, nella posizione di nuovo cfo, è stata interpretata come un passo in questa direzione.

Diverse aziende sono inoltre emerse negli ultimi tempi al fine di facilitare l’accoglienza degli ospiti e la gestione dell’appartamento in affitto su Airbnb.

Fra queste emerge Guesthero, società milanese che si occupa della gestione completa di case vacanza per affitti a breve termine.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche