Airbnb, ora possibili reclami contro gli ospiti del vicino COMMENTA  

Airbnb, ora possibili reclami contro gli ospiti del vicino COMMENTA  

Articolo sponsorizzato da:
Guest Hero è la società leader nella gestione degli appartamenti in affitto breve. Ci occupiamo di tutto, dal check in ad ampliare la visibilità del tuo appartamento online! Siamo degli eroi per i tuoi ospiti. Conosciamoci: www.guesthero.com

Il 31 maggio Airbnb ha introddotto un’importante novità per proteggere i rapporti di vicinato: ha introdotto una nuova

sezione dedicata ai vicini di casa degli host, in cui è scritto: «Se pensi che il tuo vicino sia un host di Airbnb e hai una lamentela da fare, vogliamo sapere qual è».

Involontariamente anticipata a marzo, tramite un ‘indiscrezione sfuggita ad un manager Airbnb, questa sezione è oggi attiva nel nostro Paese e si chiama “Airbnb Neighbors”.

Per chi desidera fare una segnalazione è disponibile un menù a tendina che permette di scegliere tra quattro diversi scenari: eccesso di rumore, uso improprio di spazi comuni, preoccupazioni generali, rischi per la sicurezza personale o sospetto di attività criminali.

Il reclamo può essere effettuato in modo anonimo: bisogna compilare i campi con nome, indirizzo, e recapito per permettere alla società di verificare la lamentela, ma i dati non verranno condivisi con l’host senza autorizzazione.

Nel post con cui è stata annunciata la novità, Airbnb ha dichiarato il proprio impegno ad analizzare ogni reclamo ricevuto, soprattutto per assicurarsi che il problema segnalato riguardi davvero un alloggio affittato tramite la piattaforma.

In tal caso, innanzitutto verrà contattato l’host per comunicargli la segnalazione. Se il problema non verrà risolto, Airbnb prenderà altri provvedimenti.

A proposito di questa popolare piattaforma, recentemente a Milano è nata Guesthero, una società specializzata nella gestione dell’affitto per brevi periodi (creazione a gestione annuncio online tramite Airbnb ed altre piattaforme, check-in, pulizie, check-out, manutenzione).

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*