Al Filatoio di Caraglio “Il sarangi e la voce nella musica dell’India del nord” COMMENTA  

Al Filatoio di Caraglio “Il sarangi e la voce nella musica dell’India del nord” COMMENTA  

Sabato 9 novembre alle ore 17,30, presso il Filatoio di Caraglio (via Matteotti, 40) avrà luogo il concerto “Voci lontane: Dhruba Ghosh. Il sarangi e la voce nella musica dell’India del nord”, spettacolo organizzato dall’associazione Xenia Ensemble in collaborazione con l’associazione culturale Marcovaldo all’interno del Festival EstOvest. Per maggiori informazioni, visitare il sito Internet www.estovestfestival.it, telefonare a 3396598721 e 011 8124881 o scrivere info@estovestfestival.it e press@xeniaensemble.it. L’ingresso è libero.

Dhruba Ghosh (maestro del sarangi e punto di riferimento della nuova generazione di musicisti indiani), Roselyne Simpelaere (tampura) e Ganesh Ramnath (tabla) arrivano dall’India per presentare al Festival EstOvest la grande tradizione del canto accompagnato e del sarangi.

La leggenda vuole che un medico vagabondo, essendosi sdraiato a riposare sotto un albero, venne svegliato da un suono in lontananza prodotto dal soffio del vento sulla pelle di una scimmia morta appesa tra i rami; ispirato da questo evento costruì il primo sarangi, il cui nome significa letteralmente “centinaia di colori”. Questo strumento ha un ruolo fondamentale nella musica dell’India del Nord ed è tradizionalmente utilizzato per accompagnare la voce.

Dhruba Ghosh, figlio della grande leggenda della tabla Nikhil Ghosh, è uno degli interpreti di riferimento della tradizione del sarangi, contribuendo alla sua affermazione come puro strumento solista e ampliandone il vocabolario e le possibilità espressive. La sua formazione musicale prende avvio dallo studio della tabla con il padre per proseguire nello studio del canto con il maestro Dinkar Kalkini e, infine, approdare al sarangi sotto la guida del maestro Ustad Sagiruddin Khan. La sua brillante tecnica e la profonda conoscenza dei Raga unite all’innovazione tecnica e al virtuosistico controllo fanno di lui uno dei più grandi maestri viventi di questo affascinante e complesso strumento.

L'articolo prosegue subito dopo

Il Festival EstOvest è organizzato dall’associazione Xenia Ensemble, con il coordinamento artistico di Stefano Pierini e il sostegno della Compagnia di San Paolo (che ha selezionato l’iniziativa nell’ambito del Bando Arti Sceniche 2013), della Fondazione Crc e della Regione Piemonte.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*