Al Made Expo 2013 debutta ufficialmente il Cluster Legno Piemonte

Torino

Al Made Expo 2013 debutta ufficialmente il Cluster Legno Piemonte

Venerdì 4 ottobre alle 15 la Provincia di Torino, l’Environment Park e il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino presenteranno in anteprima alla fiera MADE expo 2013 il progetto “Cluster Legno Piemonte”. L’appuntamento è nello stand Stand U09/Z10 del Padiglione 2 di Fiera Milano a Rho. L’iniziativa sarà presentata nella cornice dello stand “Il Senso del Legno”, un’opera architettonica itinerante realizzata con legno regionale nell’ambito del progetto transfrontaliero “Bois-Lab”. L’opera è stata presentata per la prima volta nel 2010 a Beaulard di Oulx in occasione della manifestazione biennale “Bosco e Territorio”. E’ stata poi ospitata nel 2011 alla Fiera della Savoia a Chambéry, presso ilCastello del Valentino e nei padiglioni del salone “Restructura” al Lingotto di Torino. Oltre allo stand “Il Senso del Legno”, alMADE expo (una delle principali fiere europee del settore edilizia) saranno presenti con i loro stand quattro aziende piemontesi di costruzioni in legno che si sono impegnate a partecipare al progetto Cluster Legno Piemonte: tre del Canavese (la Segheria Valle Sacra di Castellamonte, la Natural House di Castellamonte e la Artespazio di Pertusio) e una del Cuneese (la CIAMcostruzioni di Boves).

“Il Cluster Legno Piemonte vuole dare continuità al lavoro di valorizzazione e messa in rete delle risorse forestali del nostro territorio, che la Provincia di Torino ha avviato nel 2002 con la manifestazione fieristica ‘Bosco e Territorio’ ed ha proseguito con ilprogetto europeo transfrontaliero ‘Bois-Lab’.

– spiega l’Assessore provinciale all’Agricoltura e alla Montagna, Marco Balagna – Le finalità del Cluster sono coerenti con gli obiettivi che il nostro Ente ha perseguito negli ultimi dodici anni: valorizzare le professionalità e le potenzialità produttive della filiera foresta-legno-edilizia”. “L’idea che vorremmo sviluppare, – aggiunge l’Assessore Balagna – si ispira all’esperienza degli ‘HolzCluster’, sviluppata in altre regioni e nazioni alpine europee, come il Trentino-Alto Adige e l’Austria. Attraverso un rafforzamento dei legami fra istituzioni, sistema di ricerca e di impresa, gli‘HolzCluster’ hanno generato sviluppo e innovazione della filiera legno, con positive ricadute sull’ambiente, determinando in alcuni casi un più ampio ricorso al legno regionale e un accorciamento delle filiere”.

Il progetto “Cluster Legno Piemonte” è stato avviato in collaborazione con la Regione Piemonte, il Polight(Polo di Innovazione sull’Edilizia Sostenibile), l’Università degli Studi di Torino-DISAFA, l’Associazione delle Piccole e Medie Imprese di Torino e provincia, la CNA-Associazione Provinciale Torino, laConfartigianato Imprese Piemonte, il Collegio Costruttori Edili, l’ANCE Torino e la Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino.

L’idea è stata quella di unire le forze e le professionalità di tutti gli attori che, con competenze e ruoli diversi, operano in Piemonte nel comparto foresta-legno-edilizia: Enti locali, imprese, proprietà forestale pubblica e privata,associazioni imprenditoriali, istituzioni del sistema della ricerca, formazione e dell’innovazione.

Il punto di partenza del progetto che sarà presentato al MADE expo 2013 è costituito da un percorso comune dei partner per la promozione di un sistema territoriale attivo e dinamico nel settore delle costruzioni in legno attraverso alcuni obiettivi strategici:

– sinergia territoriale tra istituzioni, istituti di ricerca, organizzazioni imprenditoriali ed aziende
– supporto diretto alle aziende per valorizzare l’eccellenza e la visibilità del prodotto e dell’intero sistema;
– percorsi di formazione e aggiornamento professionale, internazionalizzazione e strategie di impresa
– rafforzamento della presenza delle aziende piemontesi nel settore della costruzione in legno
– promozione dell’innovazione attraverso la cooperazione
– sostegno della filiera legno

UN PROGETTO CHE VIENE DA LONTANO: L’ESPERIENZA DI “BOIS-LAB”

Nell’ottobre del 2011 si è concluso il progetto di cooperazione transfrontaliera “Bois Lab”, che ha rappresentato per la Provincia di Torino il principale strumento per definire e avviare, in stretta concertazione con gli operatori pubblici e privati, una strategia organica di valorizzazione della filiera foresta-legno provinciale, coerentemente con gli obiettivi indicati dalla Legge forestale regionale 4 del 2009 e con le competenze che la normativa ha attribuito alla Provincia.

Grazie a “Bois-Lab” l’interesse per l’impiego del legno nelle costruzioni è sensibilmente cresciuto, così come è cresciuto il numero di imprese di costruzioni o di segherie attivenel territorio provinciale che si sono specializzate nell’edilizia in legno. La Provincia ha censito ed accompagnato le imprese del settore attraverso lo strumento dell’Atlante delle Professionalità Legno-Edilizia, realizzato dal Politecnico di Torino e attualmente in aggiornamento. Nella grave situazione di crisi che ha colpito il settore edile in Italia, l’unico comparto che esprime valori in controtendenza è proprio quello delle costruzioni in legno. Nuove e interessanti prospettive di mercato si stanno aprendo ed è opinione condivisa da tutti gli operatori che solo unendo le forze per costruire un sistema piemontese delle costruzioni in legno – dalla produzione di materia prima alle rifiniture, dalla progettazione alla formazione dei tecnici – sarà possibile contrastare l’egemonia di altre regioni e nazioni alpine, che, come il Trentino, l’Alto Adige e l’Austria operano da molto tempo e con notevoli risorse pubbliche per valorizzare il comparto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche