Al via la 17ª stagione di spettacoli al Teatro Sociale “G. Busca” di Alba

Attualità

Al via la 17ª stagione di spettacoli al Teatro Sociale “G. Busca” di Alba

È Luca Zingaretti il primo grande ospite del Sociale “Giorgio Busca” di Alba ed è solo uno dei nomi di richiamo della nuova stagione teatrale n. 17 che si annuncia, al di là di ogni superstizione, come una delle più belle degli ultimi tempi.
Il ricco cartellone di spettacoli 2013/2014, realizzato dal Comune di Alba – Assessorato alla Cultura, è il risultato di un lungo lavoro fatto nella convinzione che, nonostante i tempi difficili, il Teatro è – e debba rimanere – un punto fermo che brilla nel panorama culturale cittadino. E così, accanto a Zingaretti, che il 15 novembre con La torre d’avorio taglia il nastro di partenza di un nuovo anno a teatro, ci sono attori tra i più bravi del panorama nazionale: Silvio Orlando, usuraio straniero nel Il mercante di Venezia; Antonio Albanese e la carrellata dei suoi famosi Personaggi, Michele Placido e Sergio Rubini insieme nel cecoviano Zio Vanja; Enzo Iacchetti e Marco Columbro frizzanti come non mai ne Il Vizietto, Claudia Pandolfi nel thriller mozzafiato Parole incatenate, Gioele Dix ironico e pungente nel suo Nascosto dove c’è più luce… e questo solo per citare alcuni nomi.

Un cartellone di 28 titoli molto diversi tra loro, tutti altrettanto belli e importanti, capaci di coinvolgere e accontentare vari tipi di spettatori. Ed è per venire incontro alle esigenze del pubblico che quest’anno va in scena “la pomeridiana”: i due spettacoli in calendario la domenica – Zio Vanja e Boeing boeing – sono programmati alle ore 18.00.
Intorno al cartellone principale della prosa si riconfermano le sezioni: Teatro del Territorio, animato dalla Compagnia “Il Nostro Teatro di Sinio”; Famiglie a Teatro, riconfermato nella più capiente sala nuova, che si sposta nel calendario tra dicembre e gennaio; la rassegna Teatro Scuola, realizzata in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e rivolta a tutti i bambini e i ragazzi delle scuole albesi, dalle materne alle superiori. C’è infine il nuovo progetto speciale che continua, dopo Collisioni e la Galleria Wall of Sound, il filo rosso delle collaborazioni tra il Teatro Sociale e le realtà culturali del territorio.

Si tratta della rassegna AlbaJazz a Teatro, realizzata insieme agli appassionati dell’associazione Alba&Jazz, che proporrà, a partire da novembre, tre appuntamenti imperdibili dove la buona musica jazz spesso si mescola o dialoga con altri linguaggi. Per concludere un pensiero ai giovani: «la cultura non deve essere la prima e sola vittima designata dei tempi difficili – commenta l’Assessore alla Cultura Paola Farinetti – per questa ragione, in assoluta controtendenza, abbiamo deciso di ridurre ulteriormente i prezzi degli abbonamenti rivolti ai giovani, quegli under 26 che sono il nostro futuro e che da troppe parti sono bistrattati». Attenzione, infine, anche ai giovani artisti: si ripropone per il secondo anno l’iniziativa “Art Inside Theatre” uno spazio che il Sociale mette a disposizione per chi ha talento nel campo delle arti visive ma non riesce a trovare un “luogo ufficiale” in cui mostrare le proprie opere.

La prosa dai grandi nomi:
Antonio Albanese, Silvio Orlando, Michele Placido

Il grande contenitore della prosa abbraccia dieci spettacoli tra i più interessanti della scena nazionale, di cui uno “fuori abbonamento” dal titolo Personaggi con Antonio Albanese.

In scena il 12 febbraio alle 21, lo spettacolo è una divertente carrellata di anti-eroi attraverso i quali l’attore e comico prova a raccontarci il “suo” presente.
Il primo dei nove spettacoli “in abbonamento” è La torre d’avorio (15 e 16 novembre, ore 21), con Luca Zingaretti e Massimo de Francovich, diretto dallo stesso Zingaretti. Lo spettacolo narra una vicenda controversa e piena di fascino ambientata a Berlino nel periodo della “denazificazione”; due avversari molto diversi si scontrano e spetta al pubblico decidere, alla fine, da che parte schierarsi.
Si passa poi a un classico del teatro con Il mercante di Venezia (30 novembre, ore 21) di Shakespeare con Silvio Orlando e la regia di uno dei più interessanti registi della nuova generazione, Valerio Binasco. Un testo attuale come non mai in cui prevale il potere del denaro su tutto e tutti.
Dal classico si passa al musical con Il Vizietto – La Cage aux Folles (10 dicembre, ore 21), due ore di assoluto divertimento per chi assiste in platea ma anche per chi si esibisce sul palco: Enzo Iacchetti e Marco Columbro, accompagnati da un cast di dodici ballerini con tacchi a spillo e voce da soprano, si esprimono in tutta la loro simpatia e vis comica.
Da segnare in calendario c’è poi il thriller Parole incatenate (20 dicembre 2013, ore 21) dal testo del drammaturgo contemporaneo Jordi Galceran con la brava Claudia Pandolfi, volto notissimo del cinema italiano; uno spettacolo con molti colpi di scena che scandaglia la parte oscura che è in ognuno di noi.
Tra i grandi comici in cartellone c’è Gioele Dix con Nascosto dove c’è più luce (16 gennaio, ore 21), uno spettacolo ironico ed elegante dove esperienze e ricordi sono lo spunto per raccontare il misterioso rapporto tra l’attore e il palcoscenico.
Si torna ai classici con Zio Vanja di Cechov in scena domenica 2 febbraio non in serale ma, novità assoluta di quest’anno, in pomeridiana alle ore 18.00.

Interpreti di questo capolavoro del teatro sono due attori che certo non hanno bisogno di presentazioni: Michele Placido e Sergio Rubini diretti da Marco Bellocchio.
Com’è innamorarsi a 60 anni? Ce lo raccontano Lella Costa e Paolo Calabresi in Nuda Proprietà (25 febbraio, ore 21) una commedia che celebra le fragilità umane ma soprattutto la forza della vita a qualsiasi età.

Si continua sul filo della commedia con uno spettacolo leggero, divertente e ben fatto: Boeing boeingcon la nuova coppia comica formata da Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti affiancata dalla simpatica attrice Ariella Reggio. Si ricorda che Boeing Boeing è in doppia recita: sabato 22 marzo alle ore 21 e domenica 23 marzo in pomeridiana alle ore 18.00.
Conclude la sezione di prosa lo spettacolo La coscienza di Zeno (15 e 16 aprile, ore 21) diretto da Maurizio Scaparro con l’interpretazione di Giuseppe Pambieri che con l’eleganza del grande attore si esibisce con delicatezza e leggerezza ricche di introspezione.

La coscienza di Zeno viene proposto anche al pubblico scolastico che ha la possibilità di assistere alla recita serale ad un prezzo promozionale.

Spazio alla musica con il progetto speciale
“AlbaJazz a Teatro”

Ad arricchire il tradizionale cartellone di prosa c’è il progetto speciale dedicato alla musica jazz “AlbaJazz a Teatro” organizzato in collaborazione con gli appassionati dell’associazione culturale Alba&Jazz. La rassegna prevede tre appuntamenti dove la buona musica jazz si mescola e dialoga con altri linguaggi per accontentare un pubblico di puristi ma anche per chi si avvicina per la prima volta al jazz, anche solo per curiosità. Si ricorda che il terzo concerto Quando il jazz fa pop con Mietta coincide con la “Festa della Donna” organizzata in collaborazione con la Consulta per le Pari Opportunità del Comune di Alba: una buona occasione per trascorrere una serata di festa accompagnati dalla buona musica jazz e pop.
Il primo appuntamento di “AlbaJazz a Teatro” è dedicato agli appassionati (e non) di calcio e si intitolaFutbol (25 novembre, ore 21, sala M.

Torta Morolin) ispirato al libro “Futbol. Storie di calcio” di Osvaldo Soriano. Tredici brani dedicati al pallone eseguiti da Peppe Servillo alla voce, Javier Girotto al sassofono e Natalio Mangalavite al piano.
Il secondo concerto (26 gennaio, ore 21, sala M. Torta Morolin), vede sul palco del Sociale di Alba un gruppo di fama internazionale capitanato dal sassofonista Miguel Zenon in quartetto con Luis Perdomo al piano, Hans Glawischnig al contrabbasso e Henry Cole alla batteria.
“AlbaJazz a Teatro” si chiude con un concerto particolare, di alto prestigio, tra pop colto, world music e jazz: si intitola Quando il jazz fa pop (8 marzo, ore 21, sala M. Abbado) che vede l’esibizione di Mietta, una delle più belle voci italiane e Dado Moroni pianista e compositore jazz di fama mondiale.

Si ride con le pièce in piemontese
del “Teatro del Territorio”

Come da tradizione, tre sabati di febbraio sono dedicati agli spettacoli in dialetto piemontese. Il cartellone 2013/2014, organizzato in collaborazione con “Il Nostro Teatro di Sinio”, ospita tre commedie molto divertenti: si comincia con Ciarlatan (sabato 8 febbraio, ore 21) della compagnia “Il Nostro Teatro di Sinio; è la storia dei grandi e piccoli “ciarlatani” di tutti giorni in alcuni dei quali il pubblico può provare a riconoscersi per ridere delle proprie ingenuità e miserie.
Si prosegue con la divertente commedia proposta dalla compagnia “Coincidenze” di Alba. Sono sempre in ritardo di un anno (sabato 15 febbraio, ore 21) racconta le disavventure di una squinternata compagnia teatrale alle prese con la sua prima rappresentazione di “Giulietta e Romeo”. Chiude la rassegna lo spettacolo …Dòp mesdì a l’è mej (sabato 22 febbraio, ore 21) con la compagnia “Il piccolo teatro caragliese” di Caraglio. Ispirata alla farsa di Ray Cooney Se devi dire una bugia dilla grossa, la commedia narra di tradimenti, equivoci, battibecchi e spaventi… insomma due ore di puro divertimento.

“Famiglie a Teatro”, quattro spettacoli per le famiglie programmati tra dicembre e gennaio

Organizzata in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte, “Famiglie a Teatro” continua ad essere una sezione molto amata dai bambini che possono, insieme a tutta la famiglia, assistere a spettacoli ideati appositamente per loro.
Anche quest’anno gli spettacoli di “Famiglie a Teatro” vanno in scena nella più capiente sala nuova M. Abbado e sono programmati tra dicembre e gennaio. Il sipario si alza, come da tradizione, alle ore 16.30.
Nel primo appuntamento di “Famiglie a Teatro” intitolato L’omino della pioggia. Una notte tra acqua, bolle e sapone (domenica 8 dicembre, ore 16.30) l’attore Michele Cafaggi della Compagnia “Fresche frasche – Cafaggi” propone un viaggio attraverso gli spettacolari effetti creati delle bolle di sapone.
Nel secondo spettacolo Pippi Calzelunghe. È amica libertà (domenica 15 dicembre, ore 16.30) della Compagnia “Teatro d’Aosta” il pubblico può incontrare l’amica Pippi, bimbetta scatenata che insegna la libertà ma anche la generosità.

È poi la volta di Kolok. I terribili vicini di casa (domenica 12 gennaio, ore 16.30) della compagnia “Fondazione TRG”: Milo e Olivia, beniamini dei bambini, raccontano al pubblico cosa succede tra i vicini di casa attraverso le discipline circensi come la scala acrobatica, i tessuti aerei e la giocoleria luminosa.
L’ultimo appuntamento della sezione “Famiglie a Teatro” è con Le lacrime del principe (domenica 19 gennaio, ore 16.30) della compagnia “Mattioli”. Liberamente ispirato a “Il mago dei colori” di Arnold Lobel, lo spettacolo è un viaggio nel mondo dei colori e delle emozioni vissute da tutti i bambini, dalla felicità alla paura, dalla rabbia all’amore.

“Teatro Scuola”, sei proposte
di cui una in lingua straniera

Il Teatro Sociale “G. Busca” di Alba, in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus e Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte, propone anche per la stagione 2013/2014 la rassegna intitolata “Teatro Scuola” dedicata ad un pubblico di studenti, dai più piccoli delle scuole dell’infanzia sino ai ragazzi delle scuole superiori. Si comincia con Pam! Parole a matita spettacolo a metà tra fumetto, teatro d’attore e teatro d’ombra che ha per tema il rapporto con i libri e con la parola, ed è rivolto ai bambini della scuola dell’infanzia e primo ciclo elementare. Per le scuole secondarie di primo grado si propone lo spettacolo Per un attimo sul tema del “tempo” che prende spunto da una lezione tenuta dall’astrofisica Margherita Hack.
Si prosegue con Il Re Pescatore. La leggenda del tempo proposto dalla Fondazione Teatro Ragazzi, adatto alle scuole primarie. L’associazione culturale Magog si esibisce quest’anno con lo spettacoloDimmi cosa mangi con spunti di riflessione sul tema del cibo. L’attore Paolo Tibaldi presenta per le scuole secondarie di secondo grado un classico “rivisitato”: Shakespeare made in Italy spettacolo-lezione curioso e originale. È riconfermato anche quest’anno l’appuntamento del teatro in lingua con la oramai sempre apprezzata compagnia “Il Palchetto Stage” in scena con il musical Grease in lingua inglese. Oltre alla programmazione di spettacoli teatrali il Teatro di Alba propone il festival “Il Teatro dei Ragazzi” giunto alla sua XVII edizione che si terrà dal 19 al 29 maggio 2014.

Tutte le informazioni sugli spettacoli del “Teatro Scuola” sono contenute nell’apposito plico inserito nella cartella stampa.

La musica del Civico Istituto “L. Rocca”

Come da tradizione il Teatro di Alba augura un buon Natale “in musica” grazie al Concerto di Natale(18 dicembre ore 21, sala M. Abbado) proposto dagli allievi dell’Istituto Musicale “L. Rocca” di Alba. Sempre nella sala nuova del Teatro si svolge, il 5 giugno alle ore 21, il Concerto di fine anno degli allievi dell’Istituto Musicale. L’ingresso ai concerti è libero.

E ancora…
Arte Inside Theatre: arte in teatro

Il teatro è luogo di cultura nel significato più ampio del termine. Per dare risposta alle numerose richieste di chi ha talento nel campo delle Arti Visive ma non ha ancora uno spazio “ufficiale” in cui mostrare al pubblico le proprie opere, l’Amministrazione comunale albese ripropone per il secondo anno “Art Inside Theatre” uno spazio espositivo libero e aperto a tutti i giovani e talentuosi artisti all’interno dei locali del Teatro Sociale “Giorgio Busca”.
Per saperne di più scrivere a: teatro.sociale@comune.alba.cn.it

Altre iniziative
Invito a Teatro 2013/2014

Il progetto – realizzato dal Comune di Alba e promosso dalla Regione Piemonte – è ideato per i Comuni di Langa, Roero e Monferrato ed è volto ad avvicinare un numero sempre maggiore di spettatori al teatro albese. “Invito a Teatro” è un abbonamento a tre spettacoli (La torre d’avorio, Boeing boeing, La coscienza di Zeno) tutti programmati in seconda serata. Ad oggi hanno aderito a “Invito a Teatro” i seguenti comuni: Barolo, Canale, Castiglione Tinella, Cerretto Langhe, Cortemilia, Diano, Grinzane Cavour, Guarene, La Morra, Mango, Montelupo, Monticello, Neive, Novello, Pocapaglia, Priocca, Roddi, Sinio, Sommariva, Treiso, Trezzo Tinella.
“Invito a teatro” è un progetto esclusivo per i Comuni (l’abbonamento non è acquistabile ad Alba).

Spazio Gruppi
Per la stagione 2013/2014 il teatro di Alba promuove l’iniziativa “Spazio gruppi”. L’operazione consiste nell’opportunità offerta alle aziende locali, ai C.R.A.L. e alle associazioni culturali di acquistare un pacchetto composto da sei spettacoli della stagione teatrale contattando direttamente il teatro di Alba. Il gruppo deve essere composto da almeno dieci persone.

Commenta il Sindaco Maurizio Marello: «E’ bello presentare una stagione teatrale con contenuti significativi e artisti importanti. In questi anni difficili per la nostra Amministrazione è stata una scelta dare priorità ai servizi sociali, alle politiche familiari e alla cultura, i settori più colpiti dai tagli dei trasferimenti statali. Riteniamo che, in un momento non facile, i servizi alla persona nella definizione più ampia, siano fondamentali per dare nutrimento culturale e spirituale a tutti noi. Non è stata una scelta facile. Oggi i comuni si sostengono da soli. I servizi culturali di Alba: teatro, biblioteca, istituto musicale , museo e il pullulare di vecchie e nuove iniziative sono un sistema che si regge sull’autosufficienza del Comune. A parte la Fiera del tartufo, noi non abbiamo più contributi pubblici significativi. I soldi provengono dalle casse del Comune e dagli sponsor privati. E a questi ultimi va il nostro grazie».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche