Al via missione “Mare Nostrum” COMMENTA  

Al via missione “Mare Nostrum” COMMENTA  

Il governo ha varato ieri la missione militare-umanitaria “Mare Nostrum”, per impedire nuove tragedie dell’immigrazione. L’operazione prevede un pattugliamento costante delle coste del Mediterraneo e del tratto di mare che separa l’Italia dall’Africa. Saranno impiegate più navi e droni per individuare tempestivamente natanti alla deriva.

Senza sosta intanto gli sbarchi di migranti sulle coste siciliane. Nella notte sono state salvate 400 persone in quattro interventi: gli immigrati sono stati trasferiti a Pozzallo, Lampedusa e Marsala.


Nel Mediterraneo da stamani via alla missione militare-umanitaria “Mare Nostrum” per evitare altre tragedie dell’immigrazione. Ieri invece è stata sequestrata in Calabria la nave-madre che ha trascinato fino allo Stretto, domenica scorsa, un barcone con oltre 220 siriani a bordo.

Fermati i 18 membri d’equipaggio, tra cui 5 minorenni.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*