Al via “World Wonders”, il progetto di Google per promuovere il Patrimonio dell’Umani​tà

Al via “World Wonders”, il progetto di Google per promuovere il Patrimonio dell’Umani​tà

Al via “World Wonders”, il progetto di Google in collaboraz​ione con Unesco, WMF e Getty Images, per promuovere il Patrimonio dell’Umani​tà

Conoscerei luoghi più belli della Terra attraverso il proprio computer, in pochiclic? Da oggi è possibile grazie a World Wonders, il nuovo progetto firmato da Google che consente di esplorareonline luoghi di interesse storico-culturale mondiale.

Realizzato in collaborazione con l’UNESCO,il World Monument Fund e l’agenzia fotografica Getty Images,World Wonders è il risultato dell’integrazione tra le più avanzaterisorse tecnologiche oggi disponibili e le più accreditate fonti di informazione,al fine di documentare e preservare per le generazioni future il patrimonioartistico-culturale di tutte le popolazioni e di tutti i Paesi.

Attraverso World Wonders è possibileesplorare e visitare virtualmente ben 132 siti in 18 diversiPaesi: dai megaliti di Stonehenge agli antichi templi di Kyoto,dalla Reggia di Versailles al memoriale della pace di Hiroshima, passandoper le bellezze naturali dello Yosemite National Park e di moltissimi altriluoghi di interesse mondiale. Tra i protagonisti di questo innovativo progettoanche l’Italia.

Sono infatti decine le perle italiane accessibiligià oggi da World Wonders e visitabili grazie all’integrazionedel celebre servizio di mappatura fotografica di Google Maps, Street View.In particolare:
· l’areaarcheologica di Pompei
· Casteldel Monte
· icentri storici di: Firenze, Napoli, San Gimignano, Siena, Urbino, Ferrara,Pisa
· Chieserupestri di Puglia e della città di Matera
· Chiostrodei Santi Quattro Coronati
· CinqueTerre
· Cittàtardo barocche della Val di Noto
· CostieraAmalfitana
· Trullidi Alberobello
· Reggiadi Caserta
· SuNuraxi di Barumini
· Tempiodi Ercole
· Tempiodi Portuno
· VillaAdriana e Villa d’Este a Tivoli

Accedendo a World Wonders non solosarà possibile esplorare questi luoghi grazie a Street View, ma anche documentarsisulla loro storia attraverso testi di approfondimento forniti dall’UNESCOe carpirne gli aspetti più suggestivi sfogliando album fotografici virtuali,forniti dai partner del progetto o modelli 3D.

La piattaforma rappresenta infine una risorsaeducativa altamente innovativa, che offre a studenti, studiosi e atutti gli interessati la possibilità di conoscere nel dettaglio alcunidei luoghi più celebri della Terra. Nella sezione “didattica” del sitosono infatti disponibili una serie di guide e documenti di approfondimentoa disposizione dei docenti delle scuole primarie e secondarie, divisi perargomenti storici e aree geografiche.

Con il progetto World Wonders Googleconferma il proprio impegno nella salvaguardia e promozione della cultura,online. Si tratta dell’ultima iniziativa realizzata dalCulturalInstitutedi Google, che ha contribuito precedentemente alla realizzazione diimportanti progetti in ambito culturale come la digitalizzazione in altarisoluzione dei ManoscrittidelMarMorto,la digitalizzazione dell’archiviodiNelsonMandelae la possibilità di ammirare online 30 mila opere d’arte in alta risoluzioneattraverso il GoogleArtProject.

Steve Crossan, Direttore del GoogleCultural Institute, ha commentato: “Da lungo tempo Googleè impegnata a preservare e promuovere online tutti i tipi di cultura. Ilprogetto World Wonders si inserisce in questo ambito, con l’obiettivodi dare nuova vita ai luoghi più significativi del patrimonio culturalemondiale e, soprattutto, di renderli accessibili ad un pubblico globale.Si tratta di una novità senza precedenti”.

Francesco Bandarin, Vice Direttore Generaledell’UNESCO per la Cultura, ha aggiunto: “Le nuove tecnologieoffrono potenzialità straordinarie alla promozione e alla salvaguardiadel patrimonio naturale e culturale mondiale. Proprio per questo, l’UNESCOè orgogliosa di essere parte attiva di questo progetto, che contribuiràad accrescere l’interesse e l’attenzione delle giovani generazioni versoi Siti Patrimonio dell’Umanità, la cui preservazione sarà un domani lorodiretta responsabilità”.

“E’ per noi motivo di grande orgoglioessere partner delprogetto World Wonders”, ha dichiaratoBonnie Burnham, Presidente del World Monuments Fund.”Molte persone ignorano che questi luoghi straordinari, per rimanere tali,necessitano di importanti interventi di conservazione: il mantenimentoe la preservazione dei Siti Patrimonio dell’Umanità è tra le colonne portantidella nostra mission. World Wonders è un’occasione unica per far conoscerea tutti il grande lavoro che si nasconde dietro la preservazione dei luoghipiù preziosi del mondo”.

Matthew Butson, Vice Presidente dell’HultonArchive di Getty Images, ha dichiarato: “E’ pernoi un onore essere partner di Google in un progetto così prestigioso:World Wonders rappresenta un’opportunità unica per le persone, permettendoa chiunque di esplorare in modo virtuale alcuni dei luoghi e monumentipiù incredibili della Terra. 80 milioni di immagini contenute nel nostroarchivio fotografico ci permetteranno di continuare ad arricchire e approfondirela visita virtuale di questi luoghi, integrando nuovi contenuti e raccontandole storie che si nascondo dietro questi luoghi di straordinaria importanzae leggenda”.

Per maggiori dettagli e informazioni:
www.google.it/worldwonders
www.youtube.com/worldwonders?feature=inp-pr-wow

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...