Alassio, residenti fasulli per evadere il fisco

Genova

Alassio, residenti fasulli per evadere il fisco

Alassio raggiunge il triste primato di capitale delle false residenze con il 10% della popolazione che per non pagare le tasse sulla seconda casa, fanno risultare come proprietari di prima casa un altro parente.

Per questo motivo, Jan Casella, giovane neo consigliere della lista civica Sinistra Alassina si è scagliato contro il sindaco della perla della Riviera di ponente, Roberto Avogadro, a riguardo del problema: “Anche l’amministrazione alassina dovrà mettere mano all’imposta sugli immobili, recentemente reintrodotta dal governo di Mario Monti”, ha spiegato Casella.
Proprio secondo un’indagine eseguita dalla Sinistra Alassina, ad Alassio ci sarebbero almeno mille abitazioni fatte passare per prime case, che porterebbero l’evasione Ici della cittadina ligure di oltre 500 mila euro l’anno, una cifra che con l’Imu potrebbe giungere a 800 mila.

I vigili urbani i soggetti incaricati di effettuare i sopralluoghi per vedere se effettivamente le abitazioni sono utilizzate come prime case.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*