Alcoa: ecco le ultime notizie COMMENTA  

Alcoa: ecco le ultime notizie COMMENTA  

Dopo tante vicissitudini, pare che ci sia una sola certezza: l’Alcoa di Portovesme chiude!  Ecco cosa dicono i portavoce dell’azienda statunitense: ”Dal 1 agosto non abbiamo ricevuto nessuna nuova e concreta manifestazione di interesse da parte di potenziali acquirenti dell’impianto Alcoa di Portovesme”.


In una nota si legge che :” il processo è stato accurato e corretto, abbiamo dato aggiornamenti sui nostri progressi nel corso di riunioni con tutte le parti interessate in maggio, luglio e agosto, durante le quali tutti sono stati liberi di fare domande. All’inizio diversi potenziali acquirenti hanno preso in considerazione la possibilità di acquisto, ma l’elenco si è poi ridotto a solo due aziende che hanno poi dato indicazioni preliminari scritte di interesse. Ad entrambe abbiamo dato il pieno accesso ai nostri dati, allo smelter e al suo personale così da consentire alle due società di fornire manifestazioni finali scritte di interesse, che sono arrivate entrambe a giugno”.


Essendo tali proposte estremamente svantaggiose per l’azienda, non è stato possibile uscire dallo stallo, per cui, il 1 settembre è stato comunicato ai sindacati il processo di chiusura definitiva.


L’Alcoa tuttavia assicura che :”“Una volta conclusa la chiusura della maggior parte delle unità produttive, provvederemo alla corretta manutenzione dello smelter, così che sia pronto a essere riavviato da un altro operatore, nel caso si facesse avanti. Manterremo lo smelter in questa condizione per un altro anno e continueremo a impiegare i nostri dipendenti fino alla fine del 2012. Per mantenere viva questa possibilità , è di vitale importanza portare avanti il processo di chiusura in modo ordinato e tempestivo secondo il piano definito dal management dello stabilimento”.

L'articolo prosegue subito dopo


Intanto gli operai che stazionano per protesta su di una silo alto 70 mt, continuano a farsi sentire, solo uno di essi, cardiopatico, è sceso dopo aver accusato un malore.  Sarà mantenuta la linea dura in attesa di sviluppi previsti dopo la riunione di Lunedì: per l’occasione si avrà il blocco degli straordinari e sciopero di 24 ore, stoppate tutte la altre attività fatta eccezione per le emergenze .

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*