Alcoa, telefonata anonima avverte della presenza di una bomba: trovati 8 candelotti

Cronaca

Alcoa, telefonata anonima avverte della presenza di una bomba: trovati 8 candelotti

Iglesias – Sale la tensione all’Alcoa dopo che una telefonata anonima ha fatto ritrovare un ordigno esplosivo, composto di otto candelotti, ai piedi piedi del traliccio Terna, nei pressi dello stabilimento di Portovesme. I candelotti, disposti quattro a quattro, erano dotati d’innesco e quindi, potevano esplodere. Gli artificieri dovranno procedere alla disattivazione della corrente elettrica per rimuovere l’esplosivo e farlo brillare. La presenza della bomba è stata comunicata con due chiamate anonime, una all’Ansa l’altra a un cronista di Videolina. Ferma condanna dell’episodio arriva da parte di Rino Barca, il segretario provinciale della Fim-Cisl del Sulcis: “La strategia delle bombe non appartiene alla storia e alla cultura dei lavoratori dell’Alcoa”

Aggiornamento
La notizia inizialmente data secondo la quale l’ordigno potesse esplodere si è rivelata non veritiera. I candelotti erano privi d’innesco e caric esplosiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...