Alfano contro il Papa: colpevoli in carcere fino a fine pena COMMENTA  

Alfano contro il Papa: colpevoli in carcere fino a fine pena COMMENTA  

Il Ministro degli Interni del governo Renzi, Angelino Alfano, ha voluto dare risposta alla proposta di amnistia lanciata pochi giorni fa da Papa Francesco.

Se Bergoglio aveva puntato il dito sulla assoluta necessità di saper perdonare (senza dimenticare le condizioni effettive delle carceri italiane, dove si registra un suicidio a settimana), il ministro Alfano ha scelto una posizione di totale rispetto della legalità e delle risultanze del lavoro dei tribunali.


Condannato significa condannato, punto e basta, e se la condanna consiste nella detenzione, detenzione sia.

“Dobbiamo fare in modo che le carceri siano luoghi di rieducazione” è stata la premessa di Alfano “ma chi è condannato resti in carcere fino all’ultimo giorno.

E se i posti non bastano ne costruiamo di altri”.

“Il Santo Padre fa il pastore di anime” è stato poi il commento rivolto al Pontefice “io come ministro dell’Interno non posso non ricordare che dietro ogni condannato c’è almeno una vittima a cui lo Stato deve rispetto”.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Alfano contro il Papa: colpevoli in carcere fino a fine pena | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*